QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 26 gennaio 2020

Lavoro lunedì 25 novembre 2019 ore 17:00

Enrico Rossi dai lavoratori ex Continental

Il presidente Rossi oggi si è recato al presidio degli operai Vitesco per capire "Cosa la Regione può fare". Presente anche la consigliera Galletti



FAUGLIA — Enrico Rossi allo stabilimento Vitesco ( ex Continental ) di Fauglia, dove l'azienda, che produce componentistica e ricambi per auto, ha annunciato un piano di ristrutturazione che comporta l'esubero di 750 dipendenti su mille ( vedi articoli correlati ).

"Sono qui per capire cosa accade e cosa può fare la Regione - ha detto Rossi - Non si possono mettere a rischio dall'oggi al domani centinaia di posti di lavoro. Serve un piano che accompagni conversione verso le nuove tecnologie".

Rossi ha incontrato anche le Rsu e nei prossimi giorni incontrerà anche la dirigenza dell'azienda. "Questa è una realtà tecnologicamente avanzata, con produzioni di altissima qualità. Vogliamo capire e trovare delle soluzioni", ha aggiunto.

"Vogliamo capire cosa è succcesso: una decisione simile è di grande impatto sociale e ci auguriamo che venga al più presto gestita. Questa è un'azienda di altissima qualità tecnologica, che produce diversi brevetti ogni anno. Una capacità che la Regione ha supportato finanziando progetti di ricerca con risorse regionali e dei fondi europei. In corso di realizzazione c'è anche un progetto di percorsi formativi per sviluppare nei lavoratori le competenze necessarie a sostenere la transizione dal motore di tipo tradizionale all'ibrido. Se questo passaggio è l'orizzonte futuro in cui si colloca anche questa vicenda, non c'è dubbio che uno stabilimento produttivo, con maestranze preparate e qualificate debba continuare a produrre. E mentre si sviluppano la ricerca e la tecnologia per il passaggio, ormai obbligato, all'elettrico, è importante che prosegua anche la produzione più tradizionale finchè, come ci dicono i lavoratori, la domanda c'è e rimane forte".

"La Regione sta dalla parte dei lavoratori: non si può dall'oggi al domani mettere in discussione centinaia di posti di lavoro, giocare con la vita delle persone annunciando esuberi prima per 500 e poi addiritttura per 700. Le persone non sono sacchi di patate che possono essere spostati così, senza dare spiegazioni. Vogliamo capire cosa è cambiato e perchè. E chiediamo di essere coinvolti, per trovare le soluzioni migliori per tutti".

Tutto questo, ha annunciato il presidente, la Regione lo andrà a dire quanto prima all'azienda. E giovedì, o al massimo venerdì, il presidente tornerà a Fauglia per incontrare il direttore di produzione.

"Noi abbiamo già detto che siamo disponibili a supportare investimenti in ricerca per favorire la transizione all'ibrido - afferma Rossi - perchè a questo sito produttivo non vogliamo rinunciare. Per questo investiremo con forza anche il governo, al quale porremo anche il problema dei tanti lavoratori somministrati impiegati in azienda. Poi chiederemo un tavolo e parteciperemo attivamente agli stati generali del settore automotive. Ci batteremo con tutti i mezzi possibili".

Presente anche la consigliera regionale Irene Galletti (M5S): "Prosegue l'impegno del M5S in tutela dei lavoratori ex Continental", ha detto.

"Sto continuando a seguire gli operai ex Continental: dopo il presidio di qualche giorno fa, oggi sono tornata qui con il governatore toscano Enrico Rossi per confrontarci ancora con le rappresentanze sindacali. Da parte nostra abbiamo aggiornato puntualmente il MiSE sui tutti passaggi della vicenda, e io stessa ho già proposto con una mozione di inserire ex Continental e Vitesco nel tavolo degli Stati Generali voluti dal Ministro Patuanelli. Solo lavorando insieme possiamo incidere sulla volontà del colosso tedesco: le sigle sindacali e le forze politiche devono essere unite nel raggiungere l'obiettivo di salvare i livelli occupazionali di queste 1200 persone di Pisa, San Piero a Grado e Fauglia. Questo è il nostro impegno, e ringrazio ancora il lavoro in team dei miei colleghi Francesco Berti, Daniele Rossi e Stella Sorgente".




Tag

Sardine, Santori: «Ci hanno detto che non potevamo fare una manifestazione»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Sport

Cronaca