Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:30 METEO:PONTEDERA18°30°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 20 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità lunedì 04 aprile 2016 ore 16:30

Banca e Comune aiutano le imprese

Un momento dell'incontro

Siglata una convenzione per anticipare i pagamenti alle aziende che hanno lavorato per il Comune. La Banca Popolare di Lajatico è la prima firmataria



PONTEDERA — Comune di Pontedera e Banca Popolare di Lajatico uniti nell'aiutare le piccole imprese: anche quest'anno chi ha lavorato per il Comune avesse necessità di un rapido versamento potrà rivolgersi all'istituto di credito, che provvederà a pagare la somma dovuta, mentre il Comune si impegnerà a restituire la somma alla banca nel giro di un anno.

"Uno strumento che agevola le piccole aziende del territorio e va incontro alle esigenze economiche e del lavoro in questo difficile periodo di crisi" ha dichiarato il sindaco Simone Millozzi durante la stipula dell'accordo, avvenuto questa mattina, lunedì 4 aprile, nella sala consiliare di Palazzo Stefanelli.

La Banca popolare di Lajatico è la prima firmataria, ma potrebbe non essere l'unica: "Si tratta di una convenzione aperta a tutti gli istituti di credito che volessero aderire - ha specificato Millozzi. - A causa della mancanza di liquidità che connota questa fase storica per le istituzioni locali, spesso siamo in ritardo coi pagamenti. Questa agevolazione vuole ridurre l'attesa per le imprese appaltatrici del Comune".

A firmare la convenzione c'erano anche il direttore generale della Banca Daniele Salvadori e il vicedirettore Gianpiero Lari. "Abbiamo stanziato 3 milioni di euro di plafond per questo progetto - ha informato Salvadori - con un tasso d'interesse che va dal 3 al 5 per cento".

"Nel 2015 - ha spiegato l'assessore al bilancio Marco Papiani - in un totale di 5,2 milioni pagati alle imprese, circa 2 milioni sono stati certificati, ovvero liquidati per mezzo della convenzione con la banca". Una possibilità che alleggerisce anche il debito delle imprese, il quale, come spiega ancora Papiani, "Ricade sul Comune e non sull'azienda".

Nonostante la convenzione sia stata formalizzata questa mattina, circa un terzo del plafond messo a disposizione è già stato oggetto di richieste da parte delle imprese.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Operai e dipendenti comunali subito al lavoro per intervenire sulle criticità. Qualche tetto scoperchiato e tanti alberi finiti per strada in Valdera
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Politica

Sport

Cronaca