Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:20 METEO:PONTEDERA12°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità martedì 19 luglio 2016 ore 14:00

Cohousing, i 25 acquistano il terreno

Il momento della firma

Le sei famiglie che hanno progettato un borgo con case in legno alle porte di Pontedera hanno concluso l'acquisto della terra



PONTEDERA — "Ci siamo, ora il sogno comincia davvero a prendere corpo". Le parole di soddisfazione sono di Monica Baldini, presidente della cooperativa Casa degli alberi. Giovedì 14 luglio Baldini ha sottoscritto i contratti definitivi per l’acquisto dei terreni situati nell’area detta Podere Il Pino.

In quel terreno che si trova a sei chilometri da Pontedera, tra La Rotta e Casteldelbosco, nascerà il Progetto Cohousing Pontedera. Presenti al momento della firma anche il vicepresidente Giovanni Forte e la consigliera Silvia Ribechini.

L’area è completamente immersa nel verde e delimitata su due lati dal bosco. E’ presente una buona parte di terreno agricolo, mentre la zona destinata all’intervento edilizio è composta da 3 immobili rurali in forte stato di abbandono e degrado, di fatto ormai quasi completamente crollati.

E’ qui che le sei famiglie che hanno dato vita alla cooperativa hanno deciso di costruire il proprio sogno, realizzando il primo cohousing a Pontedera, in bioedilizia, dotato di spazi ed aree comuni e condivise. L’acquisizione definitiva dei terreni al patrimonio della cooperativa, rappresenta il primo passo concreto verso la costruzione di questo sogno: "Un percorso - hanno spiegato dalla cooperativa - che ha dimostrato di saper rispettare i tempi previsti dal nostro cronoprogramma. Già nel preliminare sottoscritto a dicembre scorso, infatti, avevamo preventivato di arrivare alla firma del contratto di acquisto definitivo entro la fine del mese di luglio; previsione pienamente rispettata, quindi, nonostante abbiamo avuto a che fare con tre atti distinti, complessi ed articolati, e con tre distinte controparti venditrici. Questa puntualità è motivo di ulteriore soddisfazione per tutti noi".

Ma non c’è tempo per riposarsi o rilassarsi: ora sarà necessario intensificare gli incontri con le amministrazioni locali, per cercare di definire in maniera compiuta il progetto, in vista della prossima tappa fondamentale: la presentazione del Piano di Recupero in Comune a Pontedera, prevista tra la fine di dicembre e l’inizio del prossimo anno. Per adesso le famiglie che abiteranno il borgo sono sei, con circa 25 persone in totale.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Covid, mentre la Toscana va verso la terza settimana consecutiva di zona gialla ci sono alcuni territori ancora a rischio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Attualità