QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°29° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 17 giugno 2019

Attualità lunedì 24 settembre 2018 ore 18:40

Joint venture inglese per la Credires

La sede Credires di Pontedera
La sede Credires di Pontedera

Accordo commerciale ed industriale nel mercato dei crediti deteriorati delle banche tra la società di Pontedera e la londinese EthicalFin NPL



PONTEDERA — Obiettivo della joint venture tra le aziende di Pontedera e di Londra è fornire ai propri clienti un’offerta di servizi ad alto valore aggiunto nella gestione di processi di compravendita, nella valutazione e due diligence, nell’asset management gestione e co-investimento su portafogli di NPL (nonperforming loans - crediti deteriorati delle banche), mettendo a fattor comune le rispettive professionalità e evidenti sinergie fra le due aziende.

La base fondante dell'accordo commerciale è una comunanza di intenti e di valori: la gestione dei processi di recupero in maniera trasparente, etica e sostenibile lavorando con integrità e sviluppando le sinergie all’interno di un team con esperienze e professionalità diverse e complementari. L’obiettivo è di costituire un unicum nel mondo degli NPL fondato su expertise diverse, ma complementari, come l’esperienza ultraventennale nel mondo del recupero crediti e delle indagini commerciali di Credires da unire all’esperienza ultraventennale del management team di Ethicalfin NPL nel Loan Management, valutazione e acquisto di portafogli NPL di origine bancaria maturata nei più importanti servicer di NPL, studi legali e banche d’investimento internazionali.

Credires, nata nel 1969, con sede nella zona de La Bianca a Pontedera, ha una lunga tradizione in indagini anagrafiche e patrimoniali, recupero domiciliare e phone collection, con 75 dipendenti e collaboratori interni e 70 agenti su tutto il territorio nazionale. L’azienda è focalizzata su crediti al consumo, carte di credito e NPL chirografari retail e ha gestito crediti per 3 miliardi negli ultimi 2 anni; vanta un importante portafoglio clienti “blue chip” - fra cui spicca American Express - anche grazie a una operatività ben strutturata di back office e IT.

“Mi ha molto colpito l’approccio agile, positivo e innovativo dei fondatori di EthicalFin NPL” - evidenzia Laura Gianfaldoni, AD di Credires - “Abbiamo potuto creare un management team snello e coeso che ci permette di allargare i servizi offerti ai nostri clienti e al contempo assicurare un elevato rapporto qualità/prezzo, grazie all’elevata e ampia esperienza delle persone e l’agilità operativa della joint venture”.

Alfredo Fineschi, CEO di EthicalFin NPL, ha così commentato la firma dell’accordo: “oltre alla possibilità di sviluppare le notevoli sinergie operative, abbiamo identificato in Credires un partner che ci permette di attuare un approccio molto sostenibile e di alta integrità, così da ridurre significativamente i rischi reputazionali in capo ai nostri clienti, siano essi investitori stranieri o mandanti italiani, in un settore già tanto regolamentato e ben monitorato come quello del recupero crediti in Italia”.

EthicalFin Npl costituita nel 2017 su iniziativa di Pommes D’Or Family Office Limited – single family office londinese di Alexandra e Alessandro Mele impegnato a promuovere la sostenibilità ed i più alti standard etici nel mondo della finanza - e di Alfredo Fineschi, è un’azienda giovane e dinamica, in forte crescita. La società è focalizzata su NPL bancari sia ipotecari che chirografari e ad oggi ha in gestione NPL con GBV di €160m; il team di EthicalFin NPL ha grande esperienza e forte professionalità nello scouting di portafogli, nell’asset management e nella strutturazione di operazioni di finanza, anche grazie alla collaborazione con la società “sorella” EthicalFin LTD, regolamentata dalla FCA inglese. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Politica

Politica