Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:PONTEDERA14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Politica giovedì 17 marzo 2016 ore 13:15

"L'abbandono dei 4 è la riprova del fallimento"

Matteo Arcenni

Luperini, Bagnoli e Arcenni del centrodestra commentano la notizia della fuoriuscita di Chianni, Lajatico, Terricciola e Peccioli dall'Unione



PONTEDERA — "La scelta di parte dei comuni di abbandonare l’Unione è l’ennesima riprova che avevamo ragione, questa Unione non solo non ha assolto al compito per cui è nata, ma anzi ha solo creato danni ai bilanci comunali". Non usano mezzi termini Daniele Luperini, Matteo Arcenni e Matteo Bagnoli del centrodestra Pontedera-Valdera per commentare la notizia della fuoriuscita dei quattro comuni di Chianni, Lajatico, Terricciola e Peccioli dall'Unione.

Ecco in forma integrale la lettera dei tre politici:

"Sono anni che denunciamo alla cittadinanza che l'Unione Valdera non sta assolutamente assolvendo allo scopo per cui è nata.

La scelta di parte dei comuni di abbandonare l’Unione è l’ennesima riprova che avevamo ragione, questa Unione non solo non ha assolto al compito per cui è nata, ma anzi ha solo creato danni ai bilanci comunali.

Costi maggiori, servizi mai partiti, sinergie mai ottenute, sono state una costante di questi anni. Con questo non ci riferiamo solo al costo degli affitti o agli accordi onerosi attivati per ottenere capannoni non utili ai fini dell’Unione, ma tutto ciò che in questi quasi 10 anni il nostro territorio ha perso come opportunità e possibilità di sviluppo e sostegno alle famiglie e al ceto produttivo.

Anni buttati al vento e risorse pubbliche non usate correttamente, e tutto questo solo per andare dietro alle velleità politiche di pseudo Sindaci, come Millozzi che passeranno alla storia non per aver creato, ma solo per aver distrutto e sperperato fondi pubblici in opere mai completate e progetti mai decollati.

Per questo potremmo sintetizzare l’esperienza dell’Unione Valdera come un libro dei sogni di grandi progetti mai fatti e come l’ennesimo buco nero della politica della sinistra locale, che si va ad aggiungere alle fallimentari esperienze delle Cerbaie, della Società della Salute, del ASC, del CPT, ecc".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stabile il numero dei pazienti Covid ricoverati al Lotti, mentre va avanti la campagna vaccinale. Ecco tutti i numeri di oggi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

CORONAVIRUS

Cronaca