QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°15° 
Domani 10°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 23 maggio 2019

Cronaca venerdì 04 gennaio 2019 ore 13:27

Maxi recupero di morosità nei servizi scolastici

In quattro anni l'Unione Valdera è riuscita a recuperare la morosità nei servizi scolastici a livelli da record nei sette comuni che ne fanno parte



PONTEDERA — Grazie all’informatizzazione del sistema e ad un’attenta gestione si è passati dai dati attorno al 43% relativi al periodo Settembre 2010 – Giugno 2014 a quelli dell’anno in corso in cui la percentuale media dell’incassato è del 95,24% e la procedura dei recupero crediti deve ancora essere iniziata.

"Segno che in questi anni si è lavorato moltissimo in questo ambito anche per abituare i cittadini al nuovo sistema di pagamento che rende la vita difficile ai morosi. Metodologia ormai assodata e affidabile se è vero che già senza procedure di recupero si arrivano a percentuali che superano il 95% di incassato", hanno spiegato dall'Unione Valdera.

"Questo grazie soprattutto all’informatizzazione del sistema che permette di presentare domanda per i servizi scolastici esclusivamente online e non permette la presentazione della domanda agli utenti che non risultano in pari con i pagamenti.

Peraltro chi si trova in difficoltà economica ha comunque il tempo di rivolgersi ai servizi sociali per ricevere un aiuto; gli altri invece non hanno altra soluzione che pagare per poter iscrivere i figli.

Con questo sistema l’incassato è rapidamente salito attorno a percentuali del 95%, a questo strumento fa seguito poi l'attivazione della procedura di recupero tramite ingiunzione fiscale che consiste nell'inviare prima una lettere di sollecito di pagamento con comunicazione di messa in mora, alla quale segue l'ingiunzione fiscale".

"Con la riscossione coattiva che non è ancora cominciata per l’anno in corso si tornerà a raggiungere percentuali simili alla media 98,74% dello scorso anno.

Sono risorse significative come si evince dai dati che prima erano disperse ed adesso possono invece venire reinvestite nel settore scolastico aumentando ancora la qualità dei servizi per i cittadini", conclude l'Unione.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Sport

Elezioni