Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PONTEDERA11°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 28 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Attualità venerdì 17 settembre 2021 ore 12:47

Automazione in sanità, un nuovo laboratorio

Il laboratorio produrrà sistemi di automazione e robotica in grado di assicurare la tracciabilità totale di campioni e dati in ambito clinico



PONTEDERA — L’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna e l’azienda Inpeco, multinazionale svizzera attiva da quasi 30 anni settore della progettazione, sviluppo e produzione di sistemi di automazione per laboratori di analisi cliniche, hanno inaugurato a Pontedera il nuovo laboratorio congiunto ARCH . Il laboratorio si pone come punto di riferimento per lo sviluppo di soluzioni innovative in linea con i principi di automazione e di industria 4.0: l’obiettivo è quello di produrre i più avanzati sistemi di automazione e robotica in grado di assicurare la tracciabilità totale di campioni e dati in ambito clinico, rendendo più efficace il processo di analisi e mirando all’eliminazione di ogni errore umano.

Il laboratorio congiunto, che di fatto rappresenta una estensione degli spazi dell'Istituto di BioRobotica, nasce da una iniziativa di sviluppo locale che ha portato alla riqualificazione di spazi urbani in disuso da anni. Grazie a una sponsorizzazione di Inpeco con la Scuola Superiore Sant’Anna, che si inserisce nel contesto più ampio di un accordo con il comune di Pontedera per la concessione di immobili alla Scuola Sant'Anna, si è potuto ristrutturare e modernizzare una struttura di circa 700 metri quadrati che adesso ospita 36 postazioni di laboratorio e consentirà un nuovo impulso nella ricerca in campo di robotica, automazione e industria 4.0.

“È una giornata molto importante per la Scuola Superiore Sant’Anna – dichiara Sabina Nuti, rettrice della Scuola Sant’Anna - perché si inaugura uno spazio che ci consentirà di portare avanti una ricerca sempre più orientata a uno sviluppo economico di portata internazionale. Inpeco è un grande partner e credo che da questa collaborazione possano nascere grandi opportunità per il futuro”.

“Inpeco è il partner ideale per condurre attività di ricerca di ampio respiro a supporto dell’healthcare – commenta Christian Cipriani, direttore dell’Istituto di BioRobotica - Il laboratorio svilupperà sistemi di grande innovazione nel campo dell’automazione e della robotica: il nostro obiettivo è quello di eliminare l’errore umano in ambito sanitario”.

“Inpeco è una azienda unica al mondo nella produzione di automazione nell’healthcare, settore che ha bisogno urgente di innovazione – spiega Gian Andrea Pedrazzini, presidente di Inpeco - La Scuola Superiore Sant’Anna è l’unica università che ci ha garantito una collaborazione proficua. Consideriamo questo laboratorio un punto di partenza per un rapporto che nell’immediato futuro porterà a grandi risultati”.

“Il laboratorio nasce anche dalla volontà del comune di Pontedera di valorizzare la collaborazione con l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna – dichiara Matteo Franconi, sindaco di Pontedera - L’arrivo di una multinazionale come Inpeco è motivo di grande soddisfazione e apre molte opportunità per il nostro territorio e per la nostra comunità”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Cevoli in lutto per la morte del suo parroco, Don Bruno Nuti, per molti anni parroco della parrocchia. Oggi i funerali a Ponsacco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Leonilda Alberti Ved. Cola

Sabato 27 Novembre 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca