QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 10 dicembre 2019

Cronaca giovedì 09 gennaio 2014 ore 17:54

Rossi in visita al nuovo Comune

Incontro istituzionale con le autorità e gli ex sindaci Terreni e Vannozzi. Poi il presidente della Regione ha spiegato l'importanza della fusione



CASCIANA TERME LARI — Il presidente della regione Toscana Enrico Rossi e l'assessore regionale Vittorio Bugli sono arrivati puntuali stamani (9 gennaio) al comune di Casciana Terme Lari riunificati dal primo gennaio, per un incontro istituzionale per parlare della fusione appena avvenuta tra i due comuni dell'Unione Valdera che cosi tornano ad essere un unica entità come erano stati fino al 1927.

"Un'esperienza lungimirante, di una politica anche che non guarda ad interessi piccoli e immediati” ha detto Rossi. “Si tratta – ha spiegato il Presidente della Regione - di un esempio di razionalizzazione possibile, che porterà da subito vantaggi ai cittadini: più risorse, migliori servizi e la possibilità di fare investimenti senza dover fare i conti, per tre anni, con il patto di stabilità". Durante il breve incontro con la stampa, il presidente Rossi ha parlato di quali saranno i benefici di cui godranno i Comuni che hanno scelto spontaneamente la strada della fusione: migliori aspetti organizzativi, cancellazione dei doppioni burocratici, superamento del patto di stabilità, nuovi investimenti e miglioramento dei servizi grazie ai cospicui trasferimenti che la Regione erogherà. “La nostra è una visita di cortesia – ha poi sottolineato Rossi -, ma anche l'occasione per confermare disponibilità e collaborazione della Regione nella fase delicata in cui ciascun commissario prefettizio, assieme agli ex sindaci, dovrà in questi mesi unificare le diverse strutture comunali di partenza. Aggregarsi – ha aggiunto - sarà una scelta sempre più inevitabile in futuro. Qui si è giocato e vinto una partita di coraggio, resa magari più appetibile anche dagli incentivi regionali”.

Ogni Comune che l'anno scorso ha scelto di fondersi può contare infatti in Toscana su 250 mila euro di contributi straordinari, per cinque anni, da parte della Regione. Sono 500 mila euro l'anno per ciascuno dei due nuovi comuni. "Soldi che, grazie ad una modifica alla legge finanziaria – puntualizza l'assessore Bugli -, arriveranno già nelle prossime settimane". Soldi a cui si sommeranno dal 2015 maggiori finanziamenti dello Stato, ovvero un 20% in più, per dieci anni, dei trasferimenti erariali concessi nel 2010. E poiché per tre anni i nuovi Comuni saranno esentati dal rispetto del patto di stabilità, è evidente come questo consentirà di metter gambe ad investimenti e progetti bloccati da tempo. A Casciana Terme Lari, oltre 21 mila residenti per 126 chilometri quadrati, le priorità sembrano essere viabilità e scuole. Rossi non ha nascosto neanche i lati negativi, dovuti alla negativa strumentalizzazione politica degli avvenimenti e per l’acerbo rapporto dei politici con i cittadini, tutto da recuperare. Il vertice con le Istituzioni si è svolto a porte chiuse. Presenti il viceprefetto e commissario Valerio Massimo Romeo, il vicecommissario dottoressa Sabina Del Corso, gli ex sindaci di Lari e Casciana Terme, Mirko Terreni e Giorgio Vannozzi, il segretario Comunale di Lari dottoressa Daniela Di Pietro, il comandante della stazione dei carabinieri di Lari Zirulia, il comandante dei vigili Urbani di Lari Andrea Gazzotti. Dopo l’incontro a Lari, il Presidente Rossi si è recato a Crespina per un analogo vertice in seguito alla volontaria fusione con Lorenzana. Prima della visita istituzionale al municipio, il presidente Rossi si è fermato anche alla nuova Casa della Misericordia, dove il priore Dino Martelli lo ha accompagnato a visitare la struttura di recente inaugurazione.

Servizio Video


Tag

Arrestato Rosario Greco, il pirata della strada che ha ucciso un bimbo e ferito l'altro

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità