QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°24° 
Domani 16°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 22 ottobre 2019

Attualità giovedì 17 luglio 2014 ore 07:05

Scout, tutti a San Rossore

Dalla Toscana parte il futuro dell'Agesci. Gli scout della regione ospiteranno 84 gruppi da ogni zona d'Italia. Attesi Boldrini e Grasso



VALDERA — Attesi i presidenti di Camera e Senato e l'ex scout Renzi ora presidente del Consiglio. Meno probabile, invece, l'arrivo del Papa a San Rossore, solo l'ultima parte di un cammino più complesso. Che da ogni parte d'Italia ma anche dall'estero porterà i Rover e le Scolte dell'Agesci a muoversi insieme e a piedi, tra storie e persone da conoscere.

La Route Nazionale dell'Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani coinvolgerà 30mila giovani tra i 16 e i 21 anni, ragazzi e ragazze provenienti da quasi 1.500 differenti gruppi locali delle 20 regioni italiane.

Cammineranno a piedi, zaino in spalla, sulle strade di coraggio d'Italia, per poi ritrovarsi in Toscana dal 7 al 10 agosto nel parco pisano di San Rossore. Questo incontro, il terzo nazionale delle migliaia di giovani Rover e Scolte dell'Agesci dal 1975 a oggi, ospiterà anche 200 ragazzi provenienti da Paesi europei, arabi e africani.

Gli scout incontreranno e conosceranno le tante realtà dell'Italia e della storia del Paese e gli episodi di coraggio dei diversi territori della penisola da venerdì 1 a mercoledì 6 agosto, con 456 campi mobili in tutta Italia in cui i gruppi di diverse regioni si incontreranno e scambieranno le proprie esperienze.
In quei giorni, la Toscana ospiterà 84 gruppi da ogni zona d'Italia per un totale di 1.604 ragazzi che attraverseranno tutto il territorio in 26 differenti percorsi. Questi gemellaggi permetteranno ai ragazzi di assaggiare per la prima volta la dimensione nazionale che respireranno poi a San Rossore.
Questi gruppi cammineranno attraverso la Toscana scoprendo il meglio che la regione può offrire come storia, natura, religione e cultura: da Barbiana con don Milani a Vinci con il genio di Leonardo, dai pellegrinaggi lungo la via Francigena ai percorsi di San Francesco, dal tufo della Maremma alle impervie Apuane, dai monasteri casentinesi di Camaldoli e della Verna alle abbazie di Sant'Antimo e Vallombrosa, fino alla storia più recente della Linea Gotica e dell'eccidio nazista di Sant'Anna di Stazzema.
"La nostra regione sarà il cuore della Route Nazionale - affermano Lorenzo  Croci e Caterina Macii, responsabili regionali dell'Agesci Toscana. - Oltre alla bellezza di vedere le strade e le montagne del nostro territorio percorse da centinaia di ragazzi, siamo orgogliosi di poter ospitare il campo fisso con 30mila scout da tutta Italia che vivranno la meraviglia del parco di San Rossore. Con la consapevolezza e l'orgoglio che la Toscana sarà la terra in cui verranno gettati i
semi del futuro della nostra Associazione".
Nei campi mobili ogni comunità si confronterà e condividerà le sue esperienze, partendo poi, zaino in spalla, alla volta di San Rossore: sei giorni di cammino lungo la strada che condurranno verso la "città delle tende" ospitata dal parco regionale. Il tema che accompagna il viaggio sarà il Coraggio. L'Associazione scommette su questo tema perché vuole che i giovani si rendano conto che è il momento di diventare i protagonisti del cambiamento, costruttori del futuro. Ed è per questo, che al termine del viaggio, verrà scritta la Carta del Coraggio, il
documento che sintetizzerà l'impegno dei ragazzi di mettersi concretamente al servizio del proprio Paese per renderlo un Paese migliore.



Tag

Lucio Presta: «Io allenatore di Renzi? Ho curato solo le scene» - Il videoracconto della Leopolda 10

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

Cronaca