QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 10 dicembre 2019

Lavoro giovedì 25 settembre 2014 ore 19:32

"Situazioni del genere non devono più verificarsi"

Brogi interviene sull'accavallamento di eventi. Il 12 ottobre nelle stesse ore la festa del Commercio a Pontedera e la fiera di S. Costanzo a Ponsacco



PONSACCO — Ci risiamo. Dopo la Notte Bianca fatta il solito giorno della Festa medievale di Vicopisano ora è la volta della Festa del Commercio che si svolgerà in contemporanea alla fiera di San Costanzo, il 12 ottobre. Due eventi importanti a Pontedera e Ponsacco nello stesso giorno e nelle stesse ore, perché quest'anno i commercianti di Pontedera hanno deciso di tenere i negozi aperti dalle 11 fino alle 20.

A Ponsacco gli esercenti non l'hanno presa bene e temono che la Festa del Commercio tolga visibilità e presenze alla città del mobile.

Da Ponsacco la posizione più netta la esprime il sindaco Francesca Brogi che con le idee molto chiare dice: “Situazioni di questo genere non devono più verificarsi”. Poi Brogi alludendo alla soluzione già proposta da vicesindaco di Pontedera Angela Pirri, ovvero di realizzare un cartello unico degli eventi della Valdera, aggiunge: “Noi faremo la nostra parte - e poi spiega – questa volta credo che Pontedera avesse già adottato la data del 12 ottobre precedentemente, ma situazioni di questo tipo non devono ripetersi, anche perché sono solo dannose, noi rischiamo di portare via avventori a Pontedera e loro a noi. Insomma bisogna andare verso un'unità territoriale nell'ambito dell'Unione anche a da questo punto di vista”.

Confcommercio interrogata sulla questione passa la palla all'Unione Valdera, come spiega Alessandro Simonelli, presidente di Confcommercio di Ponsacco: “Avevo lanciato un appello pubblico affinché non si verificasse di nuovo questa situazione. Ormai è successo”. Ma Simonelli confida in una soluzione per il 2015: “Ci vuole un documento ufficiale. Questa situazione deve essere un vademecum per l'Unione Valdera, un monito perché venga fatto finalmente un documento ufficiale in cui le feste abbiano una gerarchia e una data. Penso ad esempio che la Notte Bianca di Pontedera o Ponsacco, la Festa medievale di Vicopisano, la Festa dell'uva di Terricciola debbano essere eventi unici e singoli. Deve essere sottoscritto dall'Unione dei comuni che nelle date in cui ci sono feste importanti non ne possano essere fatte altre. Potrebbe essere uno strumento di tutela e valorizzazione”.

Insomma la soluzione Pirri del cartellone unico potrebbe trovare l'appoggio di Ponsacco, in ambito di Unione già per il 2015.

Gimmi Scatassa di Confcommercio Pontedera invece cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno per la situazione di accavallamento che si è creata per il 2014: “Non è bello farsi concorrenza a vicenda, ma purtroppo i commercianti di Pontedera si sono trovati a scegliere tra poche date possibili. Speriamo – conclude – che domenica 12 ottobre la gente vada prima a Ponsacco e poi a Pontedera o viceversa, onorando così entrambe le feste”. 

René Pierotti
Gabriele Mori



Tag

Arrestato Rosario Greco, il pirata della strada che ha ucciso un bimbo e ferito l'altro

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità