QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°13° 
Domani 13°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 21 settembre 2019

Politica giovedì 13 marzo 2014 ore 10:15

​Strada di patto, Puccinelli: “Chi dobbiamo ringraziare per le buche?”

Alessandro Puccinelli

Il consigliere di Lista Civica Indipendente denuncia le condizioni della circonvallazione inaugurata da poco, ma già piena di avvallamenti



PONTEDERA — “È davvero stupefacente come si mistifichi la realtà della viabilità della strada di patto. Tralasciamo i problemi dei lotti 1 e 2 che soffrono di problematiche simili e dove solo prima dell’apertura del terzo lotto sono stati fatti i “tappetini” di asfalto per sistemare una strada praticamente nuova, vista la scarsa circolazione fino a quel momento. Per quanto attiene al 3° lotto, quello che il sindaco Millozzi rileva essere in pessimo stato, vorremmo sapere chi ringraziare alla luce delle seguenti valutazioni”. Queste le parole della Lista Civica Indipendente, nella persona del consigliere Alessandro Puccinelli che dice la sua in merito alle condizioni della cosiddetta “strada di patto”, inaugurata appena pochi mesi fa e già attraversata da buche e avvallamenti, tanto che l’amministrazione comunale di Pontedera ha deciso di bloccare i pagamenti alla ditta che ha eseguito lavori.

“Il 18 febbraio del 2011 – ha continuato Puccinelli in una nota stampa – il Comune ha rilasciato per quel lotto il certificato di regolare esecuzione parziale dicendo che i lavori eseguiti erano stati ispezionati minutamente, effettuati a regola d’arte e in conformità delle prescrizioni contrattuali. Ora – ha concluso il consigliere – visto che il lotto mostra problemi complessivi, le cose sono due: o il progetto era stato redatto in maniera errata o le verifiche fatte non potevano essere positive”.

Le cose, per la Lista Civica, sono gravi in entrambi i casi perciò il consigliere Puccinelli chiede all’amministrazione di individuare le responsabilità. “Abbiamo sempre puntato il dito sull’errata progettazione di quella strada e di questo siamo fermamente convinti – conclude il consigliere nella nota – parliamo appunto di danno rilevante poiché se il sottofondo non regge perché mal progettato, e magari anche mal realizzato, mostrerà negli anni sempre grossi problemi che porteranno ad avere strade in pessime condizioni e con alti costi di manutenzione”.



Tag

«Scendi, non ti voglio più!». Le nuove intercettazioni choc di Bibbiano

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Spettacoli

Politica