QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°19° 
Domani 12°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 20 settembre 2019

Lavoro giovedì 22 maggio 2014 ore 06:00

​Tasse dimezzate per chi affitta con concordato

Marco Cecchi

Approvato il Piano Casa e in Valdera dal 26 maggio riparte il bando sfratti



PONTEDERA — Meno tasse per i proprietari di case che affittano con contratti concordati, più contributi per l’affitto e l’istituzione di un fondo per la morosità incolpevole. Queste le tre grandi novità introdotte in seguito all'approvazione di ieri (mercoledì 21 maggio) del Piano Casa da parte del Governo e con la delibera adottata dal Lode della provincia di Pisa datata 14 maggio, provvedimenti che gioveranno anche su Pontedera come spiega l’assessore alle politiche abitative Marco Cecchi: “Inserita tra città ad alta densità abitativa, Pontedera è tra quelle realtà nelle quali sarà possibile stipulare contratti ad affitto concordato con una imposizione Irpef al 10 per cento anziché al 19 per cento. Questa agevolazione fiscale va ad aggiungersi a quella prevista dal Comune di Pontedera su Imu e Tasi che equipara gli immobili locati ad affitto concordato alle prime case, con un’aliquota al 4 per mille anziché al 8,6. Ciò significa – ha concluso l’assessore – che ci sarà la possibilità per i proprietari di pagare la metà delle tasse attuali sulla casa e quindi di abbassare i costi attuali degli affitti senza rimetterci personalmente. CasaValdera ha attivato un servizio di consulenza gratuita per coloro che sono interessati a fare delle simulazioni”.

La seconda novità consiste nel fatto che il Piano Casa varato rifinanzia il fondo nazionale del contributo affitto. Già per il 2014 questo è stato incrementato di 100 milioni di euro. Le famiglie che parteciperanno al Bando dell'Unione Valdera aperto fino al 20 giugno, quindi, vedranno aumentati gli importi della fascia A e B che verranno liquidati a febbraio 2015.

Terza e ultima novità è il finanziamento del fondo per la morosità incolpevole, già sperimentato con successo nel 2012 e 2013 dalla Regione Toscana per aiutare le famiglie sotto sfratto. Per questo il Governo ha stanziato 266 milioni, in aggiunta a quelli delle Regioni. Da lunedì 26 maggio fino a 13 giugno, chi ha perso il lavoro o ha subito un sensibile ridimensionamento del reddito a causa della crisi economica e ha ricevuto un’intimazione di sfratto, potrà recarsi presso lo sportello di CasaValdera all'Unione dei Comuni per partecipare al bando sfratti 2014.

Il Lode Pisano dello scorso 14 maggio ha ripartito i fondi regionali, attribuendo a Pontedera 40mila euro e altri 50mila euro ai Comuni dell'Unione Valdera che gestiranno congiuntamente il bando attraverso CasaValdera. Con questi soldi saranno avviate trattative con i proprietari delle abitazioni arrivando a coprire morosità fino a 6000 euro, comprese le spese legali. Iniziativa che l'anno scorso ha tamponato 14 sfratti a Pontedera e 34 in tutta la Valdera.

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica