Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:PONTEDERA18°32°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 13 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salman Rushdie, il momento dell'accoltellamento a New York

GIALLO Mazzola giovedì 09 giugno 2022 ore 08:00

Viaggiare con i gialli

I polizieschi nordici sono da anni tra i più venduti nelle librerie italiane. Punto di forza è l'introspezione psicologica che appassiona il lettore



PECCIOLI — “Vide qualcosa che si muoveva nella semioscurità, sul lavandino, un paio di antenne che oscillavano avanti e indietro. Uno scarafaggio… Aveva letto che per ogni scarafaggio scoperto ce ne sono almeno dieci che la fanno franca. Questo significava che erano ovunque…”. L’eclettico Jo Nesbo, calciatore e cantante prima di approdare alla scrittura, è l’indiscusso maestro del crime scandinavo. Il suo investigatore Harry Hole, protagonista di una lunga serie di romanzi, in Scarafaggi (Einaudi, 1998) lascia le fredde terre della Norvegia per approdare a Bangkok, dove il traffico, l’umidità soffocante e la gente ti si appiccicano addosso. Qui Hole è chiamato ad affiancare la locale polizia per indagare sull’uccisione di un diplomatico norvegese avvenuta in un bordello. E come i ripugnanti scarafaggi che brulicano nella sua calda stanza, così i personaggi della storia paiono moltiplicarsi in modo indefinito.

Un altro prezioso autore scandinavo è stato Stieg Larsson. Lo scrittore svedese, nel 2004, poco tempo prima di morire per un improvviso arresto cardiaco, aveva preso contatto con una delle principali case editrici nordeuropee, la Norstedts e consegnato una serie di tre romanzi polizieschi che costituiscono la Trilogia chiamata Millennium, dal nome del giornale presso il quale lavorava il loro protagonista. Larsson aveva pensato a una serie di dieci romanzi e aveva già sviluppato il quarto ed il quinto volume, ma è morto prima di completare l’opera. La trilogia ha conosciuto un enorme successo, prima in Svezia, poi in Francia, poi in tutta Europa diventando uno strepitoso caso letterario. 

Attualmente i libri di Stieg Larsson sono tradotti in venticinque paesi e in Italia sono pubblicati dalla casa editrice Marsilio. L’eroe di Larsson, in larga misura ispirato a se stesso, è Mikael Blomkvist, quarantacinque anni, giornalista finanziario al mensile Millennium, single e dalla complessa vita sentimentale. Al suo fianco troviamo Lisbeth Salander, venticinque anni, magra e di piccola statura, ipertatuata, ipertruccata, dalla sessualità fluida, ma soprattutto hacker dal talento straordinario. È una specie di Pippi Calzelunghe in versione punk, come ci si poteva aspettare da un appassionato dei racconti di Astrid Lindgren quale era Larsson. Lisbeth ha una relazione con Mikael e si innamora di lui, ma passa molte notti con l’amica Miriam. 

Chi legge la trilogia finisce per avere la sensazione di conoscere benissimo i due protagonisti, la loro comune passione per il caffè, il loro debole per la lealtà e la giustizia. Il successo di Millennium non solo sta nella complessità dei personaggi e della trama, ma anche nell’ottimismo profuso dall’autore: sebbene nei suoi romanzi si trovino intrighi internazionali, personaggi malvagi sempre in agguato, servizi segreti e potentissimi speculatori finanziari impastati con il potere, Larsson lascia intendere che il mondo ha ancora qualche speranza di sopravvivere. La trilogia di Millennium è costituita da: Uomini che odiano le donne (Marsilio, 2007), La ragazza che giocava con il fuoco (Marsilio, 2008), La regina dei castelli di carta (Marsilio, 2009) ha venduto oltre otto milioni di copie nel mondo e rappresenta uno dei casi editoriali più straordinari di sempre, soprattutto in Svezia, Francia, Germania e Italia.

Dopo Stieg Larsson, il giallo scandinavo ci propone il talento di una novella Agatha Christie: Camilla Lackberg! Ne La Principessa del ghiaccio (Marsilio, 2011) la scrittrice Erica Falck torna nella casa dei genitori a Fjällbacka, piccola località sulla costa occidentale della Svezia che, come sempre d'inverno, pare sprofondare nella quiete più assoluta. Ma il ritrovamento del corpo di Alexandra, l'amica d'infanzia di Erica, in una vasca di ghiaccio riapre una misteriosa vicenda che aveva profondamente turbato il piccolo paese molti anni prima. Erica è convinta che non si tratti di un suicidio e, in coppia con il poliziotto Patrik Hedström, cerca di scoprire cosa si nasconda dietro la morte di un’amica che credeva di conoscere bene. “Patrick si grattò la testa. Proprio non riusciva a capire che connessione ci fosse tra una scomparsa risalente a quasi venticinque anni prima e un assassinio nel presente, e tuttavia sentiva con chiarezza che un legame c’era…”.

I gialli nati in Scandinavia sono dunque da anni i protagonisti delle vendite librarie in Italia, oltre che ricercatissimi dai registi di ogni parte del mondo per le trasposizioni dei romanzi in film di successo. Indubbiamente l'atmosfera nordica dà quel tocco di mistero in più ai gialli di questi autori e molto apprezzate sono le lunghe descrizioni di panorami freddi e distanti dai nostri. Tuttavia, il vero punto di forza dei polizieschi nordici è l'introspezione psicologica, appassiona molto il lettore lo scandaglio sulla mente dei personaggi. Una profondità unica che, unita alla suspense, rende irresistibili gli autori che vi abbiamo proposto.

A cura dello Staff della Biblioteca Fonte Mazzola di Peccioli

CONSIGLI DI LETTURA

Perché proprio il giallo a Fonte Mazzola?

Tutto è iniziato nel 2016 con “Parole Guardate”, il nostro Festival del giallo. Un progetto di contaminazione tra teatro, letteratura e scrittura, per adulti e bambini.

La particolarità del progetto Parole Guardate è stata quella di incentrare le sue attività e gli eventi sulle opere di un unico scrittore: negli anni sono stati protagonisti grandi e prolifici autori come Maurizio de Giovanni, Romano De Marco, Marilù Oliva, Giampaolo Simi, Piergiorgio Pulixi, penne che hanno riscosso molto successo e affetto da parte del pubblico.

La Biblioteca Comunale e Archivio Fonte Mazzola, con i suoi 400 metri quadri di ampiezza e una collocazione spettacolare sul limitare della campagna pecciolese, è stata inaugurata il 26 gennaio 2019. Qui puoi trovare una sezione dedicata al giallo italiano e straniero (americano, inglese, nord-europeo, francese…) e un patrimonio librario composto da ottomila volumi, la preziosa collezione del prof. Arnaldo Nesti, consistente in altri novemila volumi e la donazione del Prof. De Santi, composta da altri mille libri, rari e di pregio, monografici sul cinema.

Tutti gli spazi sono utilizzabili in assenza dell’operatore bibliotecario ogni giorno dalle h. 8 alle 24 (comprese la Domenica e i giorni festivi), tramite un codice personale di accesso. L’iniziativa, unica sul territorio della Valdera, è il fiore all’occhiello della nostra Biblioteca e permette a numerosi studenti e utenti di frequentare in libertà, ma con assoluto rispetto, le sale a disposizione.

Qui troverai una Biblioteca dei Ragazzi con un’ampia varietà di letture dedicate in una luminosa sala, rivolta verso l’Anfiteatro Fonte Mazzola; lo “Speaker’s corner”, l’angolino del parlato, la nuovissima attività proposta agli utenti dai 6-14 anni in cui un nostro operatore esperto sarà a disposizione per conversare in lingua inglese. Per la fascia di età 8-12 sarà organizzato un circolo di piccoli lettori, dal titolo “Dieci piccoli detective”: incontri mensili dedicati alla lettura e dinamiche dei romanzi gialli.

Tante le attività e le novità previste per il nostro Maggio dei libri che ha visto un rafforzamento del Progetto Nati per Leggere, in cui alcuni lettori specializzati insieme ai genitori hanno letto ai loro bambini della fascia di età 0-6, dei libri in Biblioteca. Molte attività del Circolo dei Lettori, la ripresa del corso di scrittura dal titolo: Fermi tutti! Questo è un colpo di scena, un rinnovamento del Progetto Parole Guardate che descrive il colpo di scena, nella letteratura e nel cinema, in tre incontri prima dell’estate. Dei benefits sono dedicati ai nostri studenti e ai nuovi iscritti: ad esempio, chi è in possesso del codice di ingresso della Biblioteca ha partecipato il 28 maggio, al primo incontro del corso Studiare senza stress, tenuto dal docente Stefano Intini, per il potenziamento della memoria e il miglioramento dei metodi di studio. Per celebrare l’importanza della lettura come conoscenza e crescita personale, durante il mese di maggio ha fatto il suo esordio Contemporaneamente. Leggere per comprendere, un’iniziativa legata alla Libroterapia Umanistica, un metodo che parte dalla lettura, per promuovere il benessere psicologico e la crescita personale di ciascuno.

Presso la Biblioteca Comunale di Peccioli i lettori hanno a disposizione una scatola dove poter inserire i titoli dei libri che hanno rivestito un particolare ruolo di formazione durante la loro vita.

I suggerimenti così raccolti verranno elaborati e restituiti in chiave libroterapica dalla psicologa Rachele Bindi durante gli incontri futuri in autunno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nella Chiesa del Crocifisso, il primo cittadino ha detto si alla dottoressa Chiara Lelli. Presenti politici, autorità e tanti pontederesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità