QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 7° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 12 dicembre 2019

Cronaca giovedì 09 gennaio 2014 ore 16:19

Un cartellone lungo un anno

Per il suo 40esimo anniversario la Fondazione Pontedera Teatro organizza un evento ogni giorno: produzioni, rappresentazione e appuntamenti culturali



PONTEDERA — Progetti speciali, presenze di maestri della scena e di nuove leve artistiche, festival, editoria, produzioni sono al centro del programma che La Fondazione Teatro di Pontedera ha scelto per il cartellone che si rinnoverà ogni mese per il 40esimo anno di vita al Teatro Era illustrato nel corso di una conferenza stampa in comune.

Il teatro di Pontedera per il 2014 presenterà tra spettacoli, produzioni, progetti speciali, teatro per bambini e iniziative editoriali, un evento ogni giorno. Un cartellone troppo denso per essere divulgato in una sola conferenza stampa e in un manifesto e così alla Fondazione Pontedera Teatro, Roberto Bacci e il codirettore Luca Dini hanno deciso di tentare la strada dei cartelloni mensili. Ogni mese infatti sarà pubblicato un cartellone dove verranno presentati tutti gli eventi di varia natura culturale che il teatro vorrà mettere in scena.

“L’ attività del Teatro di Pontedera nel corso degli anni – spiega Roberto Bacci - si è andata sviluppando verso esperienze di ricerca, produzione di opere teatrali, realizzazione di festival internazionali, formazione per attori e registi, editoria legata ai bisogni di riflessione storica delle nuove generazioni, lavoro con il teatro nelle realtà sociali urbane ed extraurbane”.

Tutto questo è sempre stato realizzato in una dimensione internazionale, sia con le tournée delle produzioni, sia grazie all'attività del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards.

Così, nella prospettiva dei 40 anni della Fondazione, si è andato configurando un centro internazionale di ricerca e produzione di cultura teatrale collegato sia ai grandi maestri della scena contemporanea sia alle nuove generazioni. Nell'esperienza di Pontedera, il modo di produrre cultura ha portato a creare nuovi campi di indagine aperti sia agli spettatori che agli operatori.

Nel corso di quest'anno la Fondazione ha ideato alcuni progetti speciali che, se collegati all'attività del Workcenter e alle iniziative realizzate all’estero, possono offrire l’immagine di quello che il direttore della Fondazione Roberto Bacci intende come teatro intimamente aperto al mondo. Nel 2014, visto il fitto calendario di tutte le iniziative previste, sarà difficile condensare gli spettacoli nella consueta stagione teatrale, sarà invece ideato un calendario mensile che renda pubblica la produttività culturale della Fondazione sia in Italia che all’estero così come si realizza giorno per giorno, articolata in progetti, produzioni, spettacoli ospitati, corsi di formazione, incontri, attività sul territorio.

Dal mese di gennaio fino a giugno si svolgerà la seconda edizione del progetto 50 Spettatori da adottare, diretto da Roberto Bacci.

Adottare 50 spettatori significa viaggiare insieme, gli attori e i registi con gli spettatori, lungo i sentieri che attraversano la cultura del teatro. Venti incontri, con cadenza settimanale, per affrontare alcune tematiche importanti, un viaggio dentro il fare teatrale in cui attori e registi saranno le guide ed i compagni di questa nuova avventura. Silvia Pasello, Renzo Lovisolo, Bustric, Paolo Benvenuti e Paola Baroni, Cesar Brie, Walter Siti, Daniel Pennac sono solo alcuni dei nomi degli artisti che ci accompagneranno in questo progetto.

Sabato 25 gennaio invece inizierà Extra Pontem, progetto del Comune di Pontedera e della Fondazione Pontedera Teatro nel quartiere Fuori del Ponte, che si concluderà a giugno con uno spettacolo teatrale in cui saranno protagonisti gli stessi abitanti. Curato dalla giovane regista danese Anna Stigsgaard il progetto prevede ogni mese un appuntamento in un luogo diverso con storie, musiche, paesaggi e passi di danza per conoscere e far conoscere il quartiere a passo d’uomo. La finalità del progetto è quella di mettere in grado gli abitanti del quartiere e della città di comunicare contenuti, linguaggi e forme di presenza che la situazione economica e sociale dell'ambiente rende molto complicate.

Nella programmazione di Pontedera Teatro ampio spazio è dato al teatro ragazzi, attività pianificata da quattro anni sia per rispondere alle richieste dei cittadini di Pontedera sia per poter sperimentare nuove strade nel rapporto tra la cultura teatrale e giovani spettatori.

La programmazione dedicata al teatro ragazzi da febbraio a settembre si articolerà in tre sezioni, la prima delle quali indirizzata alle scuole dell'obbligo. Dedicato alle scuole materne, (mercoledì 15 e giovedì 16 gennaio) lo spettacolo Voci scritto, diretto e interpretato da Caludio Milani, ha vinto nel 2011 Festebàil festival di teatro ragazzi organizzato dalla città di Ferrara nell’ambito della rassegna EstateBambini. Riservato invece alle scuole elementari e medie inferioriLa bicicletta rossa, spettacolo di Principio attivo Teatro, programmato pergiovedì 23 e venerdì 24 gennaio, vincitore di numerosi primi, fra cui la menzione speciale Festabà Festival 2013 e il Premio Eolo Awards 2013per migliore drammaturgia dell’anno.

La Fondazione Pontedera Teatro, all'interno del programma del Festival Fabbrica Europa, realizza una sezione teatrale internazionale, quest’anno prevalentemente incentrata su un focus sui “teatri dell’est”. Dedicato invece alle giovani compagnie italiane è il festival Collinarea che la Fondazione Pontedera Teatro gestisce e dirige insieme alla compagnia Scenica Frammenti. Il festival si svolgerà nel mese di agosto, e si realizzerà nelle strade e nelle piazze della storica cittadina di Lari, in provincia di Pisa con la partecipazione di ospiti provenienti da tutto il territorio nazionale.

Nell'autunno 2014 ricorreranno i 40 anni di vita teatrale della Fondazione, previsti per l'occasione un a serie di venti speciali: per adesso gli spettacoli internazionali come la giovane compagnia rivelazione di artisti giapponesi Mum&Gipsy; Olivier de Sagazan con il suo nuovo lavoro sulla trasformazione del corpo umano con valenze pittoriche fortissime; Jan Fabre e Oscar Korsunovas. E’ inoltre previsto un laboratorio produttivo curato da Massimiliano Civica. In questa occasione sarà realizzato un convegno sull'opera di Jerzy Grotowski e presentato il primo volume dei Testi(1954-1998) di Jerzy Grotowski a cura di Carla Pollastrelli: la pubblicazione del volume con la raccolta di tutti i testi di Grotowski in italiano segue l’uscita dell’edizione polacca e precede quella in altre lingue, grazie a una collaborazione editoriale internazionale di cui Pontedera Teatro è stata uno dei fulcri.

Il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards per quest'anno ha previsto lunghi periodi di permanenza in Cina, Francia, Stati Uniti, Romania, Brasile che includeranno sia spettacoli – due le opere prodotte nel 2013 che saranno in tournée quest’anno: The living room creato da Thomas Richards e Le parole nascoste, per la regia di Mario Biagini. Fondamentale inoltre è l’attività di formazione stabile svolta dai membri del Workcenter a Pontedera nel corso della stagione estiva con partecipanti da ogni parte del mondo.

Ioltre nel corso dell'anno le produzioni della Fondazione continueranno a girare tutto il mondo. Per il 40esimo anniversario del Teatro Era inoltre sono previsti anche molti appuntamenti culturali legati al materiale testuale, fotografico del teatro.



Tag

Mes, Conte: «L'Italia non ha nulla da temere, il nostro debito è sostenibile»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Attualità