QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°20° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 20 agosto 2019

Cronaca giovedì 10 aprile 2014 ore 19:44

Il primo passo di Fondi Rustici

E' stato presentato il master plan dell'anfiteatro e della piazza pensata partendo dalla riqualificazione del Podere Fonte Mazzola



PECCIOLI — La riqualificazione dei 40 casolari di Fondi Rustici parte dal Podere Fonte Mazzola. Un luogo simbolo per tutto il progetto che prevede la ristrutturazione dei casali dell'ex tenuta Gaslini. In questo caso il Master Plan che è stato presentato questa mattina a Peccioli si inserisce come snodo e ingresso su Fondi Rustici e come arricchimento del centro storico per la comunità. Il Master Plan realizzato da due studi internazionali di architetti Transsolar Klimaengineering di Stoccarda e Asymptote Architecture di New York e si inquadra come metodo e parametro per il recupero del patrimonio edilizio che invece dovrà essere realizzato esclusivamente dai progettisti locali.

Il progetto prevede un anfiteatro coperto che domina il paesaggio, restando al contempo un elemento architettonico iconico per il borgo e per il territorio. Inclusa nel Master Plan è la progettazione di uno spazio espositivo per l’arte, un nuovo centro culturale pensato come estensione della casa colonica di Fonte Mazzola.

Un altro importante aspetto è la creazione della maestosa ed ampia piazza pensata per accogliere eventi, matrimoni, sagre, feste del vino, mercatini di filiera corta degli agricoltori locali e di importanti eventi gastronomici regionali. Le leggere ed eleganti tensostrutture di copertura, presenti sia nel teatro che nella piazza, realizzate con veli di tessuto, evocano le nuvole e i sistemi tecnologici di cui sono dotate ne permettono il movimento per adeguarsi alle condizioni ambientali, regolando temperatura e ombreggiamento.

Altro punto chiave del Master Plan è la rete di percorsi, sedute e sistemi di illuminazione, che collegano il centro storico del borgo con il sito, rendendo questo luogo d’incontro immerso nella campagna toscana, una location seducente per il visitatore.

Un primo passo per un grande progetto per tutto il territorio di Peccioli e per i comuni della Valdera che ora dopo la quotazione in borsa di fondi Rustici e l'apertura delle adesioni dei risparmiatori, tutte le informazioni sono reperibili agli sportelli bancari di quasi tutti gli istituti del territorio, può prendere il via.

Il progetto nella sua fase operativa ha l’obiettivo di valorizzare le professionalità locali e coinvolgere appieno i progettisti così come tutte le maestranze chiamate ad offrire il loro contributo all’intera operazione di recupero: il falegname, l’elettricista, l’imbianchino, il muratore e via dicendo ma al tempo stesso vogliono offrire una rilevanza internazionale all’intera operazione. Il Master Plan si inserisce come una sorta di cordone ombelicale fra il centro storico e il cuore del progetto che sono “Le Serre”.

Per riuscire in questa impresa e per dare una coniugazione ben precisa all’intera operazione è stato chiesto l’intervento di due studi di architetti di livello internazionale che rispettivamente nei settori della sostenibilità ambientale e dell’innovazione progettuale sono molto accreditati: Transsolar Klimaengineering di Stoccarda e Asymptote Architecture di New York. I primi col compito di dettare le linee guida nel campo della sostenibilità per le ristrutturazioni dei casolari, la seconda, per individuare, forme architettoniche fortemente innovative ma che sappiano altresì dialogare con il recupero filologico dei casolari.

Questa operazione propedeutica, è stata portata avanti anche col contributo di Symbola (la Fondazione per le Qualità Italiane) con cui verrà organizzata una sorta di scuola di formazione. La scuola elaborerà i temi fondamentali che serviranno, ai progettisti locali inserendo elementi inediti di sostenibilità da dedicare appunto al recupero degli annessi agricoli. L’obiettivo è quello di dar vita a nuove forme architettoniche, strettamente dialoganti con la tradizione made in Tuscany radicata nel territorio di Peccioli. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità