QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°11° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 21 novembre 2019

Cronaca mercoledì 20 marzo 2019 ore 18:00

Giovane volato dal settimo piano, parla l'avvocato

Salvatore Cipolletti è morto poco dopo la mezzanotte del 9 marzo, schiantatosi a terra da venti metri. L'avvocato Gronchi: "Ecco cosa sappiamo"



VARSAVIA (POLONIA) — L'avvocato pontederese Ivo Gronchi cura gli interessi della famiglia Cipolletti di Ponsacco, per quanto riguarda la drammatica morte del figlio Salvatore, 24 anni.

Gronchi ci ha parlato di molti aspetti di questa vicenda, rimasta nell'ombra per una decina di giorni, almeno per quanto riguarda l'opinione pubblica. La morte del ragazzo, infatti, è avvenuta poco dopo la mezzanotte di sabato 9 marzo, quando il giovane è stato trovato da due turisti per terra, senza vita, ai piedi del palazzo in cui lui e alcuni amici dividevano un appartamento per una vacanza di qualche giorno. 

Qui sotto il palazzo dove Cipolletti alloggiava con gli amici, al settimo piano

Se dovessimo individuare delle parole chiave su cui gli inquirenti lavorano per fare luce su questa storia, dopo aver sentito Gronchi, sarebbero giochi on line, Polonia, Varsavia, suicidio?, quinta persona, amici, deep web, bitcoin, whatsapp, audio, Lsd.

Ma andiamo con ordine: "Sicuramente il contatto tra Salvatore, l'amico lucchese Iacopo e l'altro amico polacco è avvenuto tramite i giochi on line" ha detto l'avvocato Gronchi.

"Per il ragazzo era il quarto viaggio in Polonia - ha ripreso Gronchi - e la seconda volta che stava in quell'appartamento al settimo piano (e non al quinto come scritto in precedenza, ndr) con i due amici. Diversamente l'amico croato (con cui Cipolletti si era trovato per prendere l'aereo da Venezia, ndr) non sappiamo se fosse conosciuto di persona, prima di questo viaggio". Ampie testimonianze di questi viaggi si trovano anche sul profilo social del ragazzo, ritratto più volte in compagnia dell'amico lucchese e di quello polacco.

"In un viaggio precedente, ad agosto, i tre ragazzi erano stati in Polonia per giocare. Rispetto a quest'ultimo viaggio i genitori non sapevano se il figlio fosse andato a Varsavia per giocare ai videogame" ha detto Gronchi.

"Da quanto abbiamo saputo da una traduttrice dell'ambasciata italiana - ha ripreso l'avvocato pontederese - la polizia polacca ha catalogato la morte di Salvatore come suicidio (potrebbe essere per questo che cercando sui vari giornali on line polacchi non si trova nessun articolo relativo a questa vicenda, ndr). Tuttavia la salma di Salvatore doveva esserci riconsegnata oggi, mentre ora la consegna è stata spostata a lunedì o martedì. Non sappiamo se è in programma un supplemento di indagini. Stiamo valutando con la famiglia la possibilità di assumere un avvocato polacco che curi sul posto i nostri interessi e faccia più pressione sull'autorità giudiziaria di Varsavia. L'obiettivo della famiglia è fare piena luce su quanto accaduto".

Riguardo alla morte di Salvatore l'avvocato Gronchi ha detto quanto comunicato loro dall'ambasciata: "Ci hanno fatto sapere che le versioni dei tre ragazzi testimoni (l'amico di Lucca, il polacco e il croato) sono del tutto simili. In sostanza qualche minuto dopo mezzanotte Salvatore avrebbe mollato il telefonino e si sarebbe alzato per buttarsi di sotto dalla finestra".

"Il corpo di Salvatore è stato trovato a terra alle 00,20 - ha spiegato - noi sappiano che dalle 23,58 alle 00,17 via Whatsapp ha inviato frasi e audio a una ragazza che frequentava in Italia. In questi messaggi c'è scritto il nome di una quinta persona che era con Salvatore e gli amici. Persona che non è stata trovata nell'appartamento".

Per quanto riguarda invece le altre possibili parole chiave di questa storia, ovvero, Lsd, deep web e Bitcoin l'avvocato Gronchi ha aggiunto: "Ci è stato riferito ancora dall'ambasciata che nell'appartamento la polizia ha trovato tracce di Lsd, oltre a una bottiglia di rum praticamente intatta. Cercando negli effetti personali di Salvatore abbiamo trovato pc e password che sembrerebbero indicare l'accesso del giovane al deep web". Il deep web in italiano viene chiamato web sommerso ed è l'insieme delle risorse informative del World Wide Web (www) non indicizzate dai normali motori di ricerca, come google. Insomma un altro web oscuro, illecito, come i traffici che spesso vi avvengono.

"Salvatore avrebbe avuto accesso al deep web - ha chiarito Gronchi - e si ipotizza che avesse anche un portafoglio Bitcoin". I Bitcoin sono criptovalute, monete che esistono in forma digitale e tecnicamente, non avendo alcun tipo di controparte fisica, non è possibile conservarle. Sono usate per transazioni sul web.

Gronchi ha detto che la famiglia di Salvatore, papà e mamma, lui italiano e lei thailandese, sono ovviamente sconvolti. Il ragazzo era figlio unico: "Non si drogava e non fumava, mi hanno detto, anzi aveva obbligato il padre ad uscire di casa per fumare le sigarette - ha aggiunto Gronchi - vogliono sapere la verità e ribadiscono che Salvatore non era depresso. Pochi giorni prima di partire è andato dal suo parrucchiere di fiducia parlandogli con entusiasmo del viaggio in programma. Addirittura l'8 marzo ha fatto commuovere la mamma, portandole la mimosa al lavoro. Madre e figlio lavoravano nella stessa azienda di assemblaggi meccanici. In più il ragazzo era iscritto a un'università di Roma, facoltà di ingegneria meccanica. Seguiva i corsi da casa. Tra poco avrebbe avuto il primo esame".

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Ex Ilva, Conte: «All'incontro con il signor Mittal porterò la determinazione di un paese del G7»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica