QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°15° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 16 dicembre 2019

Imprese & Professioni martedì 20 febbraio 2018 ore 07:00

Villa Mafalda Roma, novità in neurochirurgia

La Toscana, soprattutto nell'ultimo periodo storico, si è inserita in un particolare contesto di crescita ponendosi come una delle regioni italiane all'avanguardia per quanto riguarda l’offerta avanzata ed efficiente di neurochirurgia.



VALDERA — Un risultato importante che fa riferimento alla competenza di ospedali e ricercatori presenti all'interno del territorio regionale, frutto dell’attento lavoro di sviluppo e che non sicuramente passato inosservato e che ha ottenuto il plauso delle diverse voci ed opinioni presenti all'interno della comunità medica nazionale. In questo contesto si inserisce l’interesse e la recensione della Casa di Cura Villa Mafalda, clinica specialistica capitolina dotata di un reparto di neurochirurgia innovativo che da anni investe nel connubio tra medicina e tecnologia per affrontare al meglio la cura e il trattamento delle diverse patologia correlate.

Quando si parla di neurochirurgia, è essenziale mantenere l’offerta medica al passo con le scoperte e le innovazioni che si susseguono, e che offrono ai pazienti interventi e soluzioni sempre più efficaci. L’esperienza di Villa Mafalda in Roma individua in questa crescita globale la direzione verso cui la medicina moderna si sta spingendo. Cooperazione interregionale, ricerca e sperimentazione per proporre ai pazienti soluzioni incisive, ma dal carattere poco invasivo.

Applicazioni della neurochirurgia hi tech: le recensioni della Clinica Villa Mafalda

Villa Mafalda Roma sottolinea l’enorme impatto della neurochirurgia sul trattamento di patologie legate ai diversi organi del corpo. Non è raro infatti che l’oculista prescriva una visita dal neurologo per problematiche come l’improvvisa perdita della vista, un fattore che può essere causa di infiammazioni del nervo ottico o della riduzione del campo visivo. Strumenti importanti, utilizzati anche nella diagnostica high tech di AktiVision, il reparto oculistico di Villa Mafalda, e che permettono di individuare attraverso il monitoraggio dell’occhio l’area nel sistema nervoso danneggiata.

Per questo motivo l'attività di AktiVision (scopri il sito) pone un forte accento sulla fase di diagnostica, in modo da ricondurre ogni problematica alla sua reale radice ed agendo esclusivamente dove si richiede necessario.

Con il miglioramento degli strumenti per la diagnosi, vengono aggiornate anche le terapie. Le opinioni più positive evidenziano, per esempio, come la  tecnica della stimolazione cerebrale profonda (DBS), sia oggi utilizzata anche per rallentare l’avanzamento dell’Alzheimer.

Le recensioni e le opinioni della Clinica Villa Mafalda confermano l'incremento di utilizzo degli strumenti high tech in medicina, sono infatti sempre più popolari i macchinari dedicati ad operazioni micro invasive che riescono a trasmettere al chirurgo la sensazione della forza che viene impressa sui tessuti. Stando alle recensioni del mondo medico, l’uso di questi strumenti richiede molta pratica, ma grazie a queste innovazioni l’addestramento dei chirurghi viene facilitato, offrendo maggiore dimestichezza e sicurezza in fase operatoria.

La costruzione di strumenti precisi e poco invasivi evidenzia un trend importante. Negli ultimi decenni studi e opinioni hanno raggruppato in cinque macroaree le innovazioni più importanti di questa disciplina: video chirurgia, dispositivi per la neurofisiologia, endoscopia, microscopi operatori, e  neuromodulazione.

Tra queste, la video neurochirurgia rappresenta senza ombra di dubbio una vera novità del settore come sottolineato anche dalle recensioni e dal lavoro di Villa Mafalda.

La direzione che questa disciplina sta prendendo è quella di una pratica che mette al centro dei suoi obiettivi il benessere del paziente anche nell'immediata fase post-operatoria. Un'operazione positiva anche per il personale medico, che nei fatti si traduce in un minor carico di lavoro per gli ospedali e in un’offerta sanitaria più efficiente.

La sanità toscana si trova in una posizione vantaggiosa per guidare il boom tecnologico e nell’ambito della ricerca nella neurochirurgia. Sono in molti, all’interno della stessa comunità scientifica, a esprimere opinioni favorevoli riguardo al boom tecnologico e alla ricerca che sta modernizzando l’offerta medica regionale. Una tendenza positiva che potrà dare nuova speranza ai pazienti e offrire strumenti sempre più efficienti ai chirurghi toscani.



Tag

Cosa vedeva Santori dal palco e le proposte delle sardine

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Cronaca

Attualità