QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 15°20° 
Domani 11°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 19 settembre 2019

Lavoro venerdì 21 giugno 2013 ore 17:05

Da Ponsacco parte il nuovo modello di sviluppo della Sogesi



All'inaugurazione dello stabilimento pisano l'ad Di Pietro annuncia le linee guida del piano industriale Ponsacco - Dal nuovo centro di sterilizzazione di Ponsacco della Sogesi, l'azienda delle forniture ospedaliere, leader in Italia nel settore, partirà, nelle intenzioni della famiglia Nardi proprietaria dell'azienda una serie di nuovi servizi per potenziare la propria presenza in Toscana. “Questo è uno stabilimento dove sperimenteremo un nuovo modo di lavorare, con nuove logiche di sviluppo per il settore delle lavanderie e della sterilizzazione ospedaliera”, dice Giorgio Di Pietro il vicepresidente e ad dell'azienda. “Qui proporremo tre nuovi modelli di sviluppo. Il primo – spiega Di Pietro - riguarda il recupero dell'utilizzo dei tessuti sterili per la sala operatoria. La tecnologia attualmente consente di renderli dei validi sostituti della carta con tutte le implicazioni ambientali ed economiche che ne derivano”. Poi l'ad di Sogesi pensa in termini di sistema economico e spiega: “Questa nuova logica di utilizzo dei tessuti potrebbe anche rilanciare l'indotto tessile presente in Toscana nella zona di Prato e inoltre permetterebbe anche un uniformità nei servizi offerti a tutti gli ospedali”. Insomma il centro di sterilizzazione pisano, dotato di macchinari d'avanguardia dovrebbe garantire a Sogesi che già opera in cinque regioni italiane, di potersi attestare su nuove fette di mercato. A tutto ciò, durante l'inaugurazione in qualche modo a risposto l'assessore al lavoro della giunta regionale Toscana, Gianfranco Simoncini, che ha detto “Sogesi, se vuole potenziare il rapporto con la nostra sanità, visto che ha un centro di elevata qualità tecnologica qui in provincia di Pisa, dovrà dimostrare di riuscire a essere competitiva sui costi e sulla qualità del servizio offerto, noi non abbiamo preclusioni, ma sicuramente chiunque vuole lavorare con la sanità Toscana deve passare dalle gare d'appalto. Non ho dubbi – ha concluso Simoncini - che Sogesi riusciranno a centrare l'obiettivo”.


Tag

Pd, Marcucci: «Scelta di Renzi sbagliata, io resto e metto a disposizione mio ruolo capogruppo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Sport

Attualità