Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:45 METEO:PONTEDERA14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 15 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità giovedì 07 novembre 2013 ore 15:05

Nasce l'associazione di categoria dei professionisti del matrimonio



Si chiamano wedding planner e sono gli organizzatori di matrimoni ora riuniti sotto l'insegna di confcommercio PROV. PISA - Nasce a Pisa il primo sindacato degli organizzatori di matrimoni riuniti nella citta della torre inoccasione dell'assemblea nazionale di Wedding Planner italia Wpi che si è svolta presso la sede provinciale della Confcommercio Pisa. Sono i professionisti dell'organizzazione di eventi e matrimoni, 2.000 in tutta la penisola, circa 200 nella sola Toscana, dove la Valdera con le sue ville e i soi locali, rappresenta sempre più spesso una location per il giorno del fatidico sì. I Wedding Planner offrono ai giovani sposi l'opportunità di ottimizzare al meglio il budget a disposizione, affidandosi a professionisti in grado di garantire loro un'ottima riuscita al tanto atteso evento del matrimonio. Alla crescita della domanda, corrisponde tuttavia un'espanzione dell'offerta non sempre di qualità. Un'esperienza associativa nuova quindi per garnatire un servizio sempre all'altezza delle aspettative della nata in provincia di Pisa. “Capita sempre più spesso – ha detto infatti il presidente di WPI Giulia Bertucelli - di imbattersi in figure di operatori che si improvvisano wedding planner, penso ai catering, ai fioristi e altre figure, che da un lato rischiano seriamente di creare un danno al cliente, dall'altro realizzano un evidente caso di abusivismo commerciale e concorrenza sleale nei confronti di chi è in regola, qualificato, ha una partita Iva regolarmente iscritta alla Camera di Commercio. E' proprio sulla base di questi presupposti essenziali che come sindacato ci proponiamo di ottenere un riconoscimento fiscale e amministrativo, unico ed univoco a livello nazionale, che confermi la qualità di chi esercita questa professione e costituisca allo stesso tempo una garanzia per i clienti”. Infine, per Valentina Baroni, altra vicepresidente di Wpi dice “i numeri ci dicono che il fenomeno è in crescita e il costo medio per un matrimonio di 100 persone si aggira intorno ai 20.000 mila euro. Come sindacato nazionale, stiamo per lanciare “wedmeapp” una applicazione speciale dedicata esclusivamente al mondo del wedding, con tutte le informazioni necessarie per i professionisti riconosciuti del settore e un punto di riferimento essenziale a garanzia degli stessi clienti”. Federico Pieragnoli, direttore di ConfcommercioPisa a confermato la disponibilità dell'associazione ad aiutare anche questa categoria di operatori e tutelarli da chi esercita abusivamente.
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati delle ultime ore tornano a salire sui nuovi contagi, ma ci sono state molte guarigioni. Calano i ricoveri al Lotti
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro