QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°15° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 15 dicembre 2019

Attualità venerdì 24 maggio 2013 ore 16:58

All’Itcg Fermi la matematica è un gioco da ragazzi



Venerdì 24 e sabato 25 maggio torna l’appuntamento con gli Open Days del laboratorio di matematica



Pontedera – Non si può certo dire che la matematica sia la migliore amica degli studenti. Eppure con un giusto approccio e con un po’ di inventiva, questa materia può risultare un po’ meno ostica. A dimostrarlo sono stati gli studenti delle classi prima, terza e quinta dell’Istituto Itcg Fermi di Pontedera in occasione dell’Open Days del laboratorio di matematica, iniziativa che si è svolta oggi (24 maggio). Molte le attività organizzate dagli studenti, da un percorso riepilogativo della storia della matematica, alle dimostrazioni delle più importanti teorie legate ai numeri e alla geometria da Nepero a Fibonacci, fino a Genaille e Lucas. I ragazzi di terza si sono cimentati nell’utilizzo di alcuni attrezzi utili a riprodurre iperboli, ellissi e parabole attraverso dei meccanismi costruiti con legno, filo di tessuto e righelli. Altri studenti, dell’indirizzo di relazioni internazionali, hanno utilizzato i giochi del sudoku, tartarughe e granchi e il cento vince, per spiegare il ragionamento e la strategia che sta alla base di molte teorie matematiche. All’iniziativa hanno partecipato anche i ragazzi di quinta che, a conclusione del loro percorso di studi, hanno voluto rendere omaggio alla scuola riproponendo il gioco a squadre Hex, realizzato lo scorso anno in collaborazione con il dipartimento di matematica dell’università di Pisa. “In questi anni le opportunità che ci sono state fornite dalla scuola sono state molte – raccontano Simone Dei di Palaia e Gianluca Remorini di Montecalvoli – dagli incontri con i docenti universitari a quelli con i ricercatori del Sant’Anna, fino agli orientamenti estivi nelle diverse facoltà dell' Università di Pisa, esperienze positive che hanno coinvolto alcuni dei nostri compagni. Occasioni come quella di oggi ci permettono di far conoscere chi siamo – continuano - e quello che abbiamo fatto in questi anni, a conclusione di un percorso di studi che ci porterà all’università”.


Tag

Sardine a Roma: la vista dall'alto di piazza San Giovanni

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca