QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°13° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità mercoledì 24 dicembre 2014 ore 17:30

Alluvione, i contributi cominciano ad arrivare

Oltre che da Carrarra, alla Regione erano arrivate anche 58 richieste dalla Valdera. Risarcimenti per i cittadini di Santa Maria a Monte e Vicopisano



SANTA MARIA A MONTE — Cominciano a essere liquidati i contributi regionali per i cittadini colpiti dall’alluvione di ottobre e novembre scorsi, compresi quelli residenti in alcuni comuni della Valdera come Santa Maria a Monte e Vicopisano.

Lo scorso 24 novembre, con la legge regionale 70, la Toscana aveva messo a disposizione della popolazione e degli enti locali colpiti dall'ondata di maltempo un contributo straordinario pari a 5 milioni di euro per far fronte ai danni subiti. E proprio grazie a quella legge è stato possibile procedere alla rapida erogazione di quanto richiesto da parte dei cittadini (ogni famiglia poteva richiedere un contributo fino a 5mila euro). Nel dettaglio, si tratta finora di 3 milioni e 795 mila euro, in buona parte destinati alla popolazione colpita del comune di Carrara.

Se circa l’80 per cento delle richieste di contributi arriva dal Comune di Carrara, il più colpito con l’esondazione del Carrione, dal resto della Toscana sono arrivate in tutto 701 segnalazioni, di cui 58 riguardano il territorio dell’Unione dei Comuni della Valdera, per un totale di 290 mila euro di contributi impegnati.

In provincia di Pisa i comuni interessati sono Cascina, Castelfranco di Sotto, Castellina Marittima, Santa Maria a Monte, Vicopisano, Volterra. E poi Orbetello, Follonica, Manciano, Castell'Azzara a Grosseto; Barga, Camporgiano, Minucciano, Sillano, Stazzema, Villa Basilica a Lucca; Aulla, Casola in Lunigiana, Fivizzano, Pontremoli, Zeri a Massa Carrara, Larciano a Pistoia. Per un totale di contributi impegnato di 675 mila euro.

"Abbiamo fatto tutto a tempo di record – commenta il presidente della Regione Enrico Rossi– e oggi, con la firma del decreto da parte del responsabile della Protezione civile regionale e l'immediato impegno delle risorse, possiamo dire di avere rispettato gli impegni presi. I Comuni che hanno disponibilità di risorse, possono già cominciare a pagare, anticipando i soldi che arriveranno i primi di gennaio". 



Tag

"Conte falso come il Parmesan", bagarre Lega in Senato. Casellati sospende la seduta

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Lavoro