Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PONTEDERA15°30°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 18 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Guerra Russia-Ucraina, missione Novorossiya. Il progetto segreto di Putin

Attualità martedì 25 gennaio 2022 ore 09:00

Il Padule si conferma sito di rilievo nazionale

Alzavole in volo al Padule di Bientina

Il censimento del Cento ornitologico toscano colloca l'area bientinese in cima alla classifica tra le zone umide preferite dagli uccelli svernanti



BIENTINA — Secondo il Centro ornitologico toscano, il Padule di Bientina è la zona umida della Regione che ha accolto il più alto numero di uccelli acquatici svernanti. Lo dice l'annuale censimento che viene svolto da ben 55 anni nella maggior parte dei Paesi del mondo, da 39 in Toscana e che, quest'anno, ha segnalato quasi 14mila individui che hanno raggiunto il Padule.

Tra questi, Bientina si conferma sito d'interesse nazionale sia per il beccaccino che per la pavoncella, e da alcuni anni anche l'alzavola sta facendo registrare valori che superano la soglia per definire l'importanza nazionale. Le altre specie con maggior presenza, poi, sono il germano reale, aironi cormorani.

Il risultato, fanno sapere da Legambiente Valdera, non è frutto del caso. Gli animali, infatti, si concentrano in particolare nelle aree che negli ultimi anni sono state interessate da provvedimenti di tutela: la riserva naturale di Bosco Tanali nel Comune di Bientina, l’oasi Wwf, l'area naturale protetta di interesse locale del Bottaccio e il lago della Gherardesca a Capannori.

"Certo il Bientina necessita di alcune iniziative urgenti di tutela, a partire dalla necessità di una più diffusa vigilanza ambientale sia contro l’abbandono di rifiuti, sia per arginare il bracconaggio - hanno continuato da Legambiente Valdera - è indubbio però che gli interventi di tutela e rinaturalizzazione, realizzati nel tempo e con continuità dalle amministrazioni in collaborazione con le associazioni ambientaliste, hanno dato frutti evidenti. Così come ha dato risultati il coordinamento fra enti locali e soggetti gestori delle aree protette, che ha per capofila il Comune di Bientina con l'impegno dell'assessora all'Ambiente Desirè Niccoli e che, da diversi anni realizza un calendario di escursioni, eventi e attività nelle aree protette di Bientina, Sibolla e Cerbaie".

"È giunto il momento di riprendere l’iniziativa per nuovi progetti di tutela e rinaturalizzazione, con l’obiettivo di ricreare altre zone umide, boschi, prati, in un territorio in cui fino a un secolo e mezzo fa i grandi spazi naturali erano predominanti - hanno concluso -un’assicurazione sulla vita con beneficio per l’economia locale e per la salute di tutti noi".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In una Collegiata stracolma il funerale del 35enne morto in un incidente frontale in FiPiLi, dopo un lungo contromano ancora tutto da chiarire
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Eva Benvenuti Ved. Aringhieri

Lunedì 16 Maggio 2022
Onoranze funebri
PUBBLICA ASSISTENZA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cultura

Attualità