QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 14 novembre 2018

Attualità lunedì 05 novembre 2018 ore 10:07

Torna il buono casa a favore dei giovani

Torna il contributo per l'indipendenza abitativa a favore degli under 35. Si potranno avere 150 euro al mese per l'affitto



BIENTINA — Il Comune di Bientina fa sapere che, fino al 30 novembre, è possibile fare richiesta del contributo a sostegno del reddito per i giovani in affitto, l’ormai noto “Buono casa”.

"Con la riapertura nel 2018 del bando del “Buono casa” portiamo avanti un’iniziativa aperta ormai da 3 anni - dice il sindaco, Dario Carmassi – Questo significa che alcuni giovani bientinesi hanno ormai già concluso il ciclo di sostegno del Buono e si avviano verso una autonomia che non sarà sicuramente facile, ma che è la vera essenza della vita adulta. Averli aiutati nei primi passi, assieme alle famiglie e con il loro impegno, è un risultato importante e ci rendiamo conto di quanto possa essere utile una misura del genere. Sarebbe bello se iniziative del genere, tese in modo concreto al sostegno dei giovani, venissero portate avanti anche con leggi nazionali".

"Questo bando si colloca, proprio in virtù delle modifiche apportate, come un'azione volta a sostenere le Politiche giovanili, piuttosto che come un’azione sociale nell'accezione più tradizionale del termine - dice l’assessore alle Politiche sociali e vicesindaco, Barbara Frosini - Infatti il bando riparte con delle modifiche che intendono ampliare l'accesso ai giovani che non solo necessitano di uscire di casa, per la prima volta, andando ad abitare da soli, ma aiutandoli anche a consolidare la loro necessità di autodeterminazione ed emancipazione giovanile, fino ai 35 anni di età, quindi nel più ampio tempo possibile".

Con il “buono casa” il comune di Bientina intende riconoscere un sostegno economico di 150 euro mensili per una durata complessiva di 3 anni ai giovani che possiedano un reddito lordo annuo non inferiore ad 7.500 euro e non superiore ad 25.000 euro e siano titolari di un regolare contratto d’affitto con un proprietario privato. L’unità immobiliare utilizzata a tal fine non potrà avere i requisiti tecnici dell’edilizia economica e popolare.

Tutti i dettagli e la modulistica sono sul sito del Comune.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità