QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°17° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 12 novembre 2019

Imprese & Professioni mercoledì 21 giugno 2017 ore 11:54

Cambio pneumatici per l’auto? Tutte le info utili

​Tutti gli automobilisti della Valdera si saranno messi in regola con il cambio dei pneumatici invernali con quelli estivi entro la data del 15 maggio scorso.



VALDERA — Questo cambiamento per molti è una scocciatura, è innegabile, ed è per questo motivo che abbiamo affrontato la questione cercando situazioni alternative. Per chi non lo sapesse, grazie alla tecnologia, anche il mondo dell’industria delle gomme auto è riuscita a mettere a punto dei pneumatici che in gergo vengono chiamati quattro stagioni. Questi in sostanza permettono di avere un unico treno di gomme per tutto l'anno senza rinunciare a buone prestazioni. Ma cerchiamo di vederci meglio.

Pneumatici quattro stagioni di nuova generazione

Gli pneumatici 4 stagioni consentono di circolare tutto l'anno senza dover fare il cambio di stagione tra inverno ed estate, il tutto senza rinunciare alla sicurezza in inverno e alle prestazioni in estate. Questa particolarità è dovuta all'uso di una mescola speciale, ovviamente ogni casa costruttrice utilizza la propria formula segreta e studi approfonditi per un battistrada sicuro. In linea di massima si può dire che, oltre all'aumento della presenza di silice all'interno della mescola, rispetto ad uno pneumatico estivo, vi è anche l'utilizzo di oli naturali, come l'olio di colza. Il battistrada è frutto di studi approfonditi, a differenza dello pneumatico invernale che ha più di 4000 lamelle in grado di aiutare a drenare l'acqua e di dare un grip ottimale anche in caso di presenza di ghiaccio, lo pneumatico 4 stagioni di nuova generazione ha un numero inferiore di lamelle, in questo modo in estate non vi è un eccessivo grip, che farebbe perdere in prestazioni e porterebbe ad un consumo eccessivo dello pneumatico. Per essere sicuri degli pneumatici che si acquistano, una vasta gamma è disponibile anche online, è bene guardare lo pneumatico che deve riportare il marchio M+S, sigla richiesta dal codice della strada. I modelli più recenti inoltre contengono anche la sigla 3PMSF che sta ad indicare che lo pneumatico ha ottime prestazioni anche quando le temperature scendono sotto i 7°C.

Quali sono i migliori?

È gomme-auto.it a dare consigli per scegliere sia tra i grandi marchi sia tra marchi più economici, il tutto senza rinunciare alla sicurezza che deve contraddistinguere un'auto. Tra i migliori vi è Michelin Cross Climate che è stato sottoposto ai test della tedesca TUV SUD che gli ha dato il massimo punteggio in prestazioni e sicurezza. Il segreto di Cross Climate è nella mescola scelta. Ottimo pneumatico è anche Nokian Weatherproof che ha brillantemente superato i test della rivista inglese Autoexpress. In questo caso il segreto, oltre che nella mescola, è anche nel battistrada direzionale a rigidità variabile che assicura buone prestazioni qualunque sia la condizione del fondo stradale. Al terzo posto vi è Pirelli All Season: uno pneumatico che si auto-sigilla in caso di foratura. Per chi preferisce una soluzione più economica, buone prestazioni sono offerte da Kebler, marchio appartenente alla Pirelli, che ha creato la linea Quadraxer specifica per chi vuole pneumatici quattro stagioni.

Lo spazio di frenata

Per chi sceglie i pneumatici quattro stagioni la sicurezza è una priorità e quindi occorre valutare lo spazio di frenata in quanto termine di paragone per capire quanto è affidabile uno pneumatico.

Anche in questo caso viene in aiuto gomme-auto.it che mette a disposizione i dati sullo spazio di frenata di 4 diversi tipi di pneumatico (estivo, invernale, quattro stagioni tradizionale e quattro stagioni di nuova generazione) in diverse condizioni atmosferiche.

Il primo test è eseguito in estate alla temperatura di 20°C. In questo caso le prestazioni dell'estivo e del quattro stagioni di nuova generazione si equivalgono e a 100 km/h lo spazio di frenata è di 38 metri che aumentano a 42 per il quattro stagioni tradizionale e addirittura a 51 metri con lo pneumatico invernale. Alle stesse condizioni in caso di pioggia eccellono gli pneumatici estivi.

Il secondo test viene eseguito a 10°C e su fondo bagnato. In questo caso le prestazioni sono davvero molto vicine, ma si comportano leggermente meglio gli pneumatici invernali e quelli quattro stagioni di nuova generazione che hanno uno spazio di frenata di 40 metri a 80km/h. Lo pneumatico estivo fa, invece, registrare uno spazio di frenata di 43 metri mentre lo pneumatico 4 stagioni tradizionale 42 metri.

Si passa ora ai test invernali al di sotto della soglia di 7°C. Anche in questo caso le prestazioni sono quasi equivalenti. Lo spazio di frenata a 100 km/h è di 40 metri per lo pneumatico estivo e quattro stagioni di nuova generazione e 41 per gli altri due.

Stessa temperatura ma su fondo bagnato e le cose iniziano a cambiare e le differenze si notano, infatti, a 50km/h lo spazio di frenata è di 38 metri per lo pneumatico quattro stagioni di nuova generazione, 39 metri per quello invernale, 41 per il quattro stagioni tradizionale e addirittura 45 per quello estivo che si rivela così poco sicuro.

Resta, infine, il fondo ghiacciato, testato a 15 km/h. Nessuna differenza tra lo pneumatico invernale e il quattro stagioni di nuova generazione che si arrestano dopo 35 metri. Prestazioni poco convincenti per il quattro stagioni tradizionale che si arresta dopo 40 metri, pessime prestazioni per lo pneumatico estivo che si ferma dopo 43 metri.

Dove acquistare?

Risulta evidente da questa disamina che per chi non vuole avere il peso di cambiare lo pneumatico due volte l'anno, scelta consigliata soprattutto a chi percorre pochi km l'anno e quindi non cambia gli pneumatici almeno una volta l'anno, ha un'ottima alternativa in termini di sicurezza con gli pneumatici quattro stagioni di nuova generazione. Soprattutto un'alternativa economica.

In questo caso è possibile acquistare lo pneumatico anche online avendo però piccole accortezze. Deve essere premesso che comprare online vuol dire avere il diritto di recesso, ma per evitare la noia di dover rimandare indietro gli pneumatici, è necessario controllare le tipologie di pneumatici ammesse. Se non si vogliono cambiare i cerchi è necessario controllare la tipologia montata sull'auto. Se si vogliono comprare solo 2 pneumatici è essenziale ordinare pneumatici identici a quelli già montati.

Prima di ordinare è necessario controllare anche il codice di velocità, proprio questo è l'errore più frequente quando si ordina online. Lo stesso è indicato sul libretto auto, montare una gomma con un codice di velocità diverso rispetto a quello previsto implica una violazione del codice della strada. Il codice di velocità è indicato con l'ultima cifra del codice presente sul libretto, ad esempio H o T.

Per avere una maggiore sicurezza è necessario acquistare prodotti di recente produzione, in questo modo vi è la certezza che non sono stati esposti ad intemperie.



Tag

Depistaggi Cucchi, parte civile su astensione giudice: «Questione di opportunità»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità