Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:50 METEO:PONTEDERA20°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Attualità mercoledì 09 febbraio 2022 ore 14:30

Santo Pietro Belvedere si sveglia senza giornali

L'edicola di Santo Pietro Belvedere

L'unica rivendita presente nella frazione si è ritrovata senza la possibilità di vendere quotidiani. Cecchini: "Va garantita l'informazione per tutti"



CAPANNOLI — Da questa mattina, Santo Pietro Belvedere si è ritrovata senza giornali. Una brutta sorpresa per i cittadini della frazione, dove dallo scorso anno è aperta una sola rivendita di quotidiani, gestita dalla signora Azzurra Fontana insieme alla mamma Bernardetta Gasperini.

La questione, come ci è stata raccontata dai proprietari, riguarderebbe un mancato accordo circa la distribuzione dei giornali per un'edicola che non risulterebbe essere economicamente conveniente per i fornitori. Anche se, da parte dei titolari, è stato ribadito che il trattamento da riservare alle rivendite, sulla base del diritto alla libertà d'informazione, dev'essere uguale per ognuna di esse, indipendentemente dall'ubicazione e dal potenziale bacino di clienti.

Fatto sta che da questa mattina gli abitanti della frazione si sono improvvisamente ritrovati senza la possibilità di acquistare il giornale nel proprio paese. La vicenda resta in via di sviluppo, poiché riguarda prevalentemente il rapporto privato tra edicola e distribuzione.

Uno dei cartelli apposti dai proprietari dell'edicola


Anche se le ricadute sono anche collettive. "Vorrei capire quali sono gli estremi per cui è stato deciso di non dare più informazione a un'intera comunità - ha commentato la sindaca Arianna Cecchini - non si tratta di un paese sperso in fondo al mondo, bensì di una frazione con quasi 2mila abitanti. Se il diritto all'informazione va garantito, bisogna garantirlo per tutti".

"Credo che sia fondamentale tutelare le edicole minori, non si può pensare solamente al fattore remunerativo - ha concluso - chi sceglie di aprire un negozio in un paese, fa una scelta di vita ben precisa. Se poi viene penalizzato in questa maniera, non è affatto legittimo. Vediamo come evolverà la cosa, ma sicuramente, per quanto mi riguarda, sarò a fianco degli edicolanti".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovi decessi si sono registrati nelle ultime 24 ore tra area del capoluogo, Cuoio, Valdera e zona di Volterra. Tutti gli ultimi aggiornamenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità