QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°18° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 20 maggio 2019

Cronaca domenica 06 aprile 2014 ore 13:39

Tetto in eternit, dopo l'incendio la Asl deve rimuovere i residui

Il capannone andato a fuoco
Il capannone andato a fuoco

Il materiale (che potrebbe contenere amianto) del tetto del capannone andato a fuoco tra il 2 e il 3 aprile lo deve rimuovere la Asl



PONSACCO — La bonifica dei residui di eternit finiti nelle zone circostanti sprigionatisi dalla combustione del tetto del capannone andato a fuoco nella notte tra il 2 e il 3 aprile scorso a Ponsacco tra via della Via della Pieve e viale Europa dovrà farla la Asl 5 di Pontedera. Lo comunica Arpat, che aggiunge che la vera problematica causata dal rogo, e quindi dai residui di combustione del tetto composto di eternit (materiale che potrebbe contenere amianto) è di natura sanitaria più che ambientale. Secondo Arpat infatti i materiali che si sono disperse nel territorio circostante non rappresentano un'emergenza ambientale, ma è una questione che riguarda la salute e quindi deve occuparsene la Asl di Pontedera. Infatti da Arpat scrivono: “Al termine del sopralluogo, vista la presenza di “eternit” disperso, sia sui terreni che all’interno del capannone, considerata quindi la prevalenza dell’aspetto sanitario rispetto a quello ambientale, è stato concordato che il personale della competente Asl, si sarebbe fatto carico di attivare la necessaria procedura di rimozione dei rifiuti e il ripristino ambientale dei luoghi”. Per il momento non è stato reso noto se l’eternit del tetto fosse del tipo fabbricato utilizzando amianto o oppure realizzato con materiali più recenti e quindi privi della pericolosa sostanza. A questo punto si attendono comunicazioni dall’azienda Usl pontederese che per ora però non ha fatto sapere niente. Per il capannone andato a fuoco gli inquirenti non escludono la causa dolosa del rogo, anche se le indagini sono ancora in corso. All’interno dell’edificio che ha una superficie di 900 metri quadrati erano contenuti presumibilmente mobili e altre merci. I vigili del fuoco di Cascina per estinguere le fiamme hanno dovuto lavorare per molte ore.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Elezioni

Attualità

Elezioni