Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:05 METEO:PONTEDERA17°32°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 28 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Checco Zalone torna con un nuovo video (animato): «Sulla barca dell'oligarca»

Cronaca mercoledì 06 marzo 2019 ore 18:00

Uova marce contro il bus degli studenti di Terricciola

Gli studenti di Terricciola al Caffè Letterario
Foto di: www.casertanews.it/

La scolaresca partecipava a una lezione nel caffè letterario ArtEspressa, sorto al posto di un bene confiscato al boss dei Casalesi, Michele Zagaria.



CASAPESENNA - CASERTA — Sono rientrati Terricciola gli studenti che il pomeriggio di martedì 5 marzo, mentre erano diretti verso alcuni dei beni confiscati alla camorra per una visita scolastica, si sono visti ‘assaltare’ l’autobus sul quale viaggiavano lungo Corso Europa, a Casapesenna, in provincia di Caserta, 

Come racconta CasertaNews, l’autobus della scolaresca, ragazzi e ragazze della scuola media di Terricciola, è stato bersagliato dal lancio di uova da parte di alcuni ‘bulli’. L’autista, di San Cipriano d’Aversa, è quindi sceso per controllare eventuali danni ed è stato aggredito dai baby delinquenti, che gli hanno rifilato anche una ginocchiata costringendo l’uomo a ricorrere alle cure presso l’ospedale Moscati di Aversa.

Una vicenda che ha spinto il ‘Comitato Don Peppe Diana’ ad intervenire: “Quanto è avvenuto a Casapesenna, lungo Corso Europa alle ore 17, è da condannare senza se e senza ma. Siamo certi che i giovani saranno individuati dai Carabinieri, sperando nelle immagini delle telecamere e nella collaborazione del titolare del bar presso cui sono avvenuti i fatti, sicuri che omertà e reticenza non prendano assolutamente posto in questo spiacevole episodio. Lasciare impuniti gli autori del gesto, vorrebbe dire far del male prima di tutto a loro e alla loro crescita culturale, morale ed etica. Incontreremo i ragazzi delle uova e dell’aggressione all’autista per ragionare insieme. Altrettanto faremo con l’autista, augurandogli subito una pronta guarigione”.

Un brutto episodio comunque che non ha impedito agli studenti di partecipare ad un secondo incontro con Augusto Di Meo, testimone oculare dell’omicidio di don Peppe Diana, il sacerdote anticamorra ucciso dai Casalesi il 19 marzo del 1994.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono passati 50 anni da quando Giovanni Meini, Silvano Bibbiani, Rodolfo Taviani e Nicola Pisciscelli, fondarono l’azienda nel 1972. MPT plastica s.r.l., oggi rappresenta una realtà cardine nel settore della produzione di stampi e dello stampaggio ad iniezione di materie plastiche.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità