QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°29° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 17 giugno 2019

Attualità giovedì 03 dicembre 2015 ore 13:00

Diego Piccaluga scriverà tra la gente

Seduto a un tavolo di ristorante, lo scrittore di Parlascio scriverà storie, poesie e racconti per tutto il mese di dicembre



CASCIANA TERME LARI — Inizia stasera, giovedì 3 dicembre, la serie di incontri con lo scrittore Diego Piccaluga, che si protrarranno per tutto il mese di dicembre.

Dal giovedì alla domenica di ogni settimana, dalle 19 in poi, Piccaluga scriverà in estemporanea, davanti al pubblico, seduto ad un tavolo del ristorante di Alessandra Sapori d’oc in piazza Garibaldi a Casciana Terme.

In carne ed ossa, con in mano la sua penna, parlerà con il pubblico e scriverà, racconterà di sé stesso, narrerà storie e si confonderà tra la gente, in quell’iniziativa che Piccaluga ha intitolato “Lo scrittore dentro”.

“Ho cominciato a Genova dove sono nato – racconta lo scrittore – ma è qui, dove vivo felicemente da nove anni, che la voglia di scrivere e di fare tante cose è cresciuta. A Parlascio sto vivendo uno stimolo forte che non diminuisce, ma anzi, cresce ogni giorno di più”.

Quattro sono i racconti scritti fino ad oggi da Diego: “Fuga disperata”, “Le Ombre del Passato”, “Il mio amarcord”, “Il Pugile”, il romanzo “Quasi donna” e “Diego ed io … diario e..”.

E poi un’altra opera, scritta per il suo blog e di cui Diego invia per e-mail una puntata ogni settimana a chi gliene fa richiesta, intitolata “La ragazza dalla pelle color avorio”.

Diego non è solo scrittore, restaura mobili, si cimenta nell’arte della fotografia, ha una sviscerata passione per il riciclo, dipinge con l’uso delle lastre dei raggi x e dei light box, insomma, non manca certo di fantasia e creatività.

L’iniziativa di Piccaluga, quella di scrivere al tavolo di un ristorante, rinunciando all’intimità e alla sicurezza delle quattro mura di uno studio di scrittore, è una stravaganza che desta un po’ di meraviglia. Ma se si osservano le sue opere pittoriche, oppure i suoi mobili restaurati o le sue pareti dipinte con colori accesi, non possiamo che ritrovarci quella originalità e quel pizzico di stravaganza che caratterizzano l’artista. Diego piace per questo, e l’iniziativa che inizierà stasera non potrà non avere sicuro successo.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Politica

Politica