QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°17° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 12 novembre 2019

Attualità domenica 16 aprile 2017 ore 15:00

Il Vescovo ha celebrato la Messa a Casciana Alta

Foto di: Marcella Bitozzi

Nella Chiesa di San Nicola a Casciana Alta il Vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca ha concesso l'indulgenza plenaria a chi si è comunicato



CASCIANA TERME LARI — E’ arrivato alle 11 circa, guidando la sua Clio bianca, Andrea Migliavacca Vescovo di San Miniato.

In piazza Mascagni a Casciana Alta, era atteso da un nutrito gruppo di fedeli, e con molta cordialità ha salutato tutti augurando Buona Pasqua e dando la mano a tantissimi fedeli.

Poi si è recato nella canonica, da dove è sceso in una piccola processione accompagnato da bambini, religiosi e fedeli per celebrare la Santa Messa.

Nella sua omelia ha raccontato di Giovanni e Pietro che avevano assistito alla deposizione di Cristo nel sepolcro e non credevano che fosse resuscitato, se non dopo aver visto con i loro occhi il sepolcro vuoto.

“Credere e vedere” – ha detto il Vescovo - sono verbi strettamente collegati e possiamo solo credere nelle cose se le abbiamo viste, sia siano esse belle come brutte”.

“Credere – ha detto ancora il Vescovo – è l’augurio di Pasqua che faccio a tutti voi, che possiate credere in Dio ed avere fede”.

Il Vescovo era accompagnato da cinque seminaristi, tre in studio e due diaconi e da altri religiosi tra cui Don Tommaso Botti Parroco di Lari, Casciana Alta e Usigliano.

Tra il pubblico il Sindaco di Casciana Terme Lari Mirko Terreni e l'assessora Chiara Ciccarè.

Dopo avere concluso la cerimonia religiosa il vescovo ha benedetto le uova pasquali portati dai bambini ed ha voluto donare a tutti loro un piccolo uovo di cioccolata.

Chi ha partecipato alla cerimonia religiosa confessandosi e comunicandosi ha ottenuto l’indulgenza plenaria.

Monsignor Migliavacca tornerà a Casciana il prossimo trenta aprile per la celebrazioni delle Cresime.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Maltempo, fiumi di fango per le strade di Matera

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità