QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°14° 
Domani 10°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 07 dicembre 2019

Politica sabato 07 settembre 2019 ore 10:00

"Lavoreremo per costruire una alternativa"

E' nato il Comitato 19/23 per fare opposizione alla giunta di Mirko Terreni."Vogliamo sviluppare una coscienza civica e rappresentare il bene comune"



CASCIANA TERME LARI — Il Comitato 19/23 rifiuta ogni ideale politico ma conta di presentarsi alle prossime amministrative con una lista di cittadini animati da un profondo senso civico, al di là delle ideologie politiche, convinti di perseguire sempre e soltanto il bene comune.

E’ questo che la Presidente Rossana Sordi ed alcuni componenti vogliono che si sappia.

Il Comitato si scioglierà con il 31 dicembre 2023, alle soglie delle prossime elezioni amministrative, e gli attivisti sperano che questi quattro anni siano sufficienti per far arrivare a più persone possibili il loro messaggio.

Come si sa, alle ultime elezioni amministrative, quelle del maggio scorso, si temeva che venisse presentata una sola lista “Progetto comune” con a capo Mirko Terreni, a cui invece all’ultimo momento ha fatto seguito una seconda lista “Anti Astensione” con a capo Tommaso Costa, di area centro-sinistra e sinistra.

Secondo la Presidente del Comitato – Rossana Sordi e gli altri – l’idea di presentare una seconda lista civica non è andata in porto proprio per il motivo per cui il Comitato 19/23 è nato. E cioè il rifiuto di far nascere una lista che conteneva un poutpourrì di militanti politici di destra, di centro-destra o altro, ognuno dei quali avrebbe operato sotto un colore politico creando una gran confusione: "Abbiamo deciso di rinunciare e proseguire la nostra strada dando spazio ad un progetto diverso, quello di sviluppare una vera e profonda coscienza civica".

E quindi il 10 luglio di quest’anno il Comitato 19/23 si è costituito "per dare voce a chi non si sente rappresentato dall’attuale giunta e Consiglio comunale", e i componenti si dicono disposti a lasciare da parte il proprio colore politico per lasciare spazio alla coscienza di cittadino.

Scopo del comitato quindi "il coinvolgimento totale dei cittadini, attraverso riunioni, partecipazione, promozione di uno sviluppo sociale conosciuto e condiviso da più persone possibili".

E più che altro "far conoscere e divulgare le conseguenze che nel tempo possono avere alcune scelte amministrative. Danni, benefici? Saranno fatte analisi approfondite".

Non sarà un’opposizione tout court – sostengono gli appartenenti al Comitato 19/23 – ma piuttosto un intento di far comprendere con chiarezza gli atti adottati e le loro conseguenze. "Una democrazia vera, insomma", un’opposizione esterna a chi governa il Comune che però "può anche essere di collaborazione per le scelte giuste".

"Partecipare, far conoscere le scelte, sviluppare una coscienza comune apartitica per costruire in questi quattro anni una alternativa amministrativa", è questo lo scopo del nascente Comitato 19/23.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità