QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 10 dicembre 2019

Attualità martedì 12 novembre 2019 ore 18:17

Premiato a Milano il panettiere Bernardeschi

Stefano Bernardeschi secondo nella classifica al Bekery 3.0 a Milano al contest "Premio pani speciali - un pane tutto nuovo"



CASCIANA TERME LARI — Il bravissimo Stefano Bernardeschi di Lari si è classificato secondo al Bekery 3.0 a Milano al contest “un pane tutto nuovo”, sesta edizione del “Premio pani speciali – un pane tutto nuovo”.

La premiazione è avvenuta domenica 10 novembre all'hotel Enterprise in corso Sempione.

Stefano Bernardeschi panettiere e pasticcere di Lari, sforna sempre cose nuove mantenendo i cardini della tradizione toscana, e continua a svolgere il suo lavoro sempre con maggior passione.

Il mestiere glielo ha insegnato suo padre Luciano che a sua volta lo ha imparato dal nonno Gino ed ora Stefano lo sta insegnando al figlio Tommaso, una tradizione di ben quattro generazioni che nel 2016 ha festeggiato 90 anni di attività.

Stefano ha partecipato alla selezione circa un mese fa circa, qualificandosi e ottenendo il diritto a partecipare al Bekery 3.0 a Milano, per il contest “un pane tutto nuovo”.

E’ proprio i caso di dire che “per un punto Martin perse la cappa” perché Stefano è arrivato secondo per un solo punto.

C’è da complimentarsi davvero per questo riconoscimento, una sfida tra i panificatori di tutta Italia che si sono cimentati a realizzare pani di altissima qualità in modo artigianale e con varianti innovative, sia per la forma sia per la ricetta, come la selezione chiedeva.

Nella sua candidatura Stefano aveva scritto: “presenterò un pane utilizzando le farine coltivate e lavorate solo in Toscana, impastato con 4 farine, farina di mais, farina di grano tenero “0”, farina di grano verna e farina di farro, leggermente salato e prodotto con lievito madre liquido (li.co.li) e con un “selflife” lungo, cioè con diversi giorni di posa.

Stefano dice: “l’idea per la preparazione di questo pane mi è venuta pensando al pane come l’alimento che accompagna la vita dell’uomo da millenni. Ho ripreso qualcosa di “antico” rielaborandolo con le conoscenze di oggi e, senza perdere di vista le tradizioni della Toscana, ho utilizzato solo prodotti della regione”

Il pane “premiato” viene regolarmente prodotto nel panificio Bernardeschi perché, come dice Stefano, "ho voluto realizzare un prodotto che fosse ripetibile".

Non è la prima volta che quinewsvaldera parla di Stefano Bernardeschi, che si è conquistato la medaglia di bronzo nello scorso febbraio con la preparazione della “miglior colomba 2019” a Marina di Carrara, al concorso “I Migliori dolci Italiani 2019” indetto dalla Federazione Internazionale Pasticceria, gelateria e cioccolateria (FIPGC) nei locali della Fiera del Tirreno, e dove parteciparono più di settanta i grandi pasticceri provenienti da tutta Italia.

E poi, da non dimenticare le torte nuziali di Stefano, il suo prodotto prediletto, di cui una di esse è andata in onda con il matrimonio di Vittoria e Matteo di San Romano celebrato nel palazzo Vecchio di Firenze, sul canale Real Time agli inizi del 2017.

Entrambe le notizie sono state pubblicate da quinewsvaldera.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Evasione fiscale, Mattarella agli studenti: «Fenomeno indecente»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca