Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PONTEDERA16°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La torcia olimpica brilla sul red carpet del Festival di Cannes

Attualità martedì 28 novembre 2023 ore 18:30

Migliorare il nuoto online, la sfida di 4 giovani

Da sinistra: Lorenzo Ventavoli, Mattia Torrioni, Luca Sardi e Marco Rossi

Dal periodo del Covid l'idea di Swimprove, per nuotare lontano dalle vasche e curare la tecnica degli atleti: "Seguiamo persone anche in Giappone"



CHIANNI — Durante il periodo del lockdown, nei mesi più duri dell'emergenza Covid, gli allenamenti online sono spesso stati l'unica via d'uscita per società sportive e atleti che, per settimane, non hanno potuto allenarsi. Ma in alcuni sport, come il nuoto, la lontananza dalla vasca è stata ancor più complicata.

Come si può allenare un nuotatore e migliorarne la tecnica, senza essere presenti? Una sfida a cui, proprio in quel periodo, hanno provato a rispondere Marco Rossi e Mattia Torrioni, ai quali poi si sono aggiunti Lorenzo Ventavoli e Luca Sardi. Tutti nuotatori, che per anni hanno fatto su e giù nelle corsie delle piscine della Valdera, e tutti under 30 che hanno dato vita a Swimprove.

"Abitiamo tutti tra Ponsacco e Pontedera - ha detto Ventavoli - come tanti altri abbiamo svolto i corsi per diventare istruttori di nuoto, ma con la chiusura delle piscine ci siamo resi conto che saremmo rimasti a casa troppo a lungo".

"A quel punto, abbiamo avuto l'idea di inserirci anche noi nel settore degli allenamenti online, partendo con i primi allievi e, nel tempo, dovendo addirittura ridimensionare per poter seguire tutti - ha aggiunto - attualmente contiamo su un centinaio di nuotatori, sia provenienti da Comuni vicini della Valdera, sia da tutta Italia, ma anche dall'estero in Paesi come Germania, Svizzera e Giappone".

Del resto, grazie a internet, gli istruttori non hanno bisogno di essere fisicamente presenti per raggiungere l'obiettivo: migliorare la tecnica di nuoto.

"La nostra specificità è proprio quella di curare la tecnica a distanza, che nel nostro sport è qualcosa di ancora poco in voga - ha spiegato - in generale, ci facciamo mandare dei video per capire dove si può migliorare. Da quel momento parte un percorso la cui durata varia da caso a caso:  la cosa bella è che uno può farlo dove vuole, non ha bisogno di un qualcuno che lo segue. Quindi, tramite videochiamate e feedback, controlliamo e continuiamo a monitorare i miglioramenti".

"La cura del nuoto è particolarmente importante anche per evitare infortuni - ha proseguito Ventavoli - spesso si pensa al nuoto come uno sport senza contrattempi fisici: in realtà, se si ripete più volte lo stesso esercizio fatto in maniera errata, il rischio di farsi male c'è eccome".

E anche con chi è più vicino, la consulenza è sempre online. "Ormai è un format brevettato e che si è dimostrato efficace - ha concluso - alcuni, da qualche tempo, hanno cominciato a imitarci, ma essendo stati tra i primi a fornire questo tipo di allenamento siamo riconosciuti tra i migliori. Anche sui social e su YouTube, dove abbiamo un canale specializzato e molto seguito con oltre 15mila iscritti".

Pietro Mattonai
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Quarant'anni di concorso di traduzione, con un ricordo speciale per Beatrice Pelagagge. Tutti i nomi dei vincitori nelle quattro sezioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Attualità

Elezioni