Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA17°28°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
AstraZeneca, Draghi: «Cordoglio per morte Camilla, complicato ricostruire responsabilità»

Attualità venerdì 28 novembre 2014 ore 15:45

Contributi regionali per i danni del 10 ottobre

C'è tempo fino a sabato 6 dicembre per presentare le domande. Possono fare richiesta privati e attività produttive. Ecco dove rivolgersi



SANTA MARIA A MONTE — Chi ha subito danni dopo le forti precipitazioni di venerdì 10 ottobre può richiedere un contributo straordinario alla Regione Toscana. Privati e attività produttive possono presentare le domande per il contributo entro le 13 di sabato 6 dicembre.

I privati possono segnalare danni strutturali, alle coperture, agli impianti, agli infissi (esterni e/o interni) ed alle finiture della civile abitazione.

Le attività produttive possono segnalare danni subiti alle strutture, agli impianti, ai macchinari ed attrezzature, scorte di materie prime semilavorati, prodotti finiti distrutti o danneggiati.

Le istruzioni per la compilazione delle richieste e la modulistica è scaricabile dal sito www.comune.santamariaamonte.pi.it.

Per ogni maggiore informazione è possibile contattare l’ufficio relazioni col pubblico allo 0587 261617 o l’ufficio competente allo 0587 261656.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Traffico intenso sin dalle prime ore del mattino in direzione mare. Un incidente paralizza l'arteria poco dopo lo svincolo di Santa Croce
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Valentina Bani

Giovedì 10 Giugno 2021
Onoranze funebri
PUBBLICA ASSISTENZA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS