comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:PONTEDERA19°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 21 ottobre 2020
corriere tv
Pregliasco: «La situazione in Lombardia è esplosiva»

Imprese & Professioni venerdì 28 agosto 2020 ore 14:50

​Criminologo: una figura professionale essenziale per la risoluzione di casi di cronaca nera

Il mix perfetto fra le scienze umanistiche e quelle giuridiche è ciò che caratterizza la criminologia



ITALIA — La cronaca nera è una sezione del giornalismo, come lo stesso nome suggerisce, nera, piena di violenza, odio, rabbia e punti interrogativi. Le forze dell’ordine sono tutti i giorni in prima linea pronti a risolvere questi casi e poter punire in base alla legge i colpevoli. Seppur non molto conosciuta in Italia, vi è una figura professionale molto utile in questo campo, sia per un aspetto legale che scientifico, ovvero il criminologo. Si tratta di una vera e propria professione (preceduta da una serie di studi universitari) fondamentale nell’affiancamento del lavoro della polizia o della questura, per la risoluzione di casi investigativi.

Di criminologia e del criminologo si è iniziato a sentir parlare già nel 1876, anno della nascita di questa professione, ma già nel 1843 vi furono accenni in merito. Il primo vero caso in cui venne richiesta la consulenza di un criminologo è da attribuire alla Gran Bretagna, ma nello stesso anno anche in Italia, per la precisione, a Verona, uscì il libro dello psichiatra, Cesare Lombroso, nonché conosciuto come il padre della criminologia. Nel suo libro esponeva appunto teorie e metodologie utili per l’analisi eziologica del crimine.

Qual è l’oggetto di studio della criminologia?

La criminologia studia di fatti il crimine in tutte le sue parti, ovvero esamina il lato psicologico del criminale e della vittima e il lato scientifico della scena in cui si è consumata la violenza.

Al fine di arrivare ad una risposta sufficiente e corretta, la criminologia adopera differenti discipline: la sociologia, la psicologia, la psichiatria, l’antropologia, la legge o il diritto civile, la biologia, la medicina ed infine, la statistica.

Il mix perfetto fra le scienze umanistiche e quelle giuridiche è ciò che caratterizza la criminologia, che viene suddivisa in due grandi macrocategorie: criminologia antropologica e criminologia sociologica.

La prima categoria studia fondamentalmente la figura del criminale. Esamina in maniera approfondita il suo passato, la sua personalità, le sue relazioni personali e tutto ciò che può essergli accaduto in questi periodi storici e che l’ha spinto a commettere un reato.

La criminologia sociologia ha invece come oggetto di studio il crimine come fenomeno sociologico. Le analisi e le ricerche del criminologo si focalizzano in questo caso nell’atto e nella vicenda e non nei protagonisti e lo fa in relazione alle dinamiche della società che lo circondano.

In conclusione, la criminologia è una scienza empirica, ovvero utilizza ipotesi di lavoro che possono essere smentite e ribaltate dall’osservazione e dall’esperimento.

Chi è il criminologo?

il criminologo è perciò la figura professionale che sta dietro alla criminologia, ovvero colui o colei che esaminano un episodio della cronaca nera e affiancando la polizia giungono ad una conclusione.

Per poter diventare un criminologo è necessario conseguire degli specifici indirizzi universitari, prettamente di fondo giuridico, sociale, psicologico o scientifico (medicina), proprio come suggerito anche dalla nota criminologia italiana, Roberta Bruzzone, nell’intervista rilasciata a Lettoquotidiano.it.

Un criminologo può anche avere un bagaglio di studi prettamente umanistico e intraprendere successivamente un master o corsi post-universitari nel settore forense-giudiziario. Inoltre, un buon criminologo deve avere anche delle doti naturali per poter essere completo, deve avere una buona capacità di osservazione, curiosità e intuito.

Questa figura professionale in seguito all’analisi accurata dell’atto di violenza compiuto dal criminale sulla vittima, espone le sue teorie e diagnosi in modo tale da poter ricostruire i fatti in maniera cronologica e valutando quanto il criminale possa essere pericoloso per la società e se in caso fosse propenso a ripetere tali atti su nuove vittime.

Infine, il criminologo può fornire il percorso rieducativo del criminale, che deve svolgere sia durante la carcerazione e anche nel periodo subito successivo alla sua scarcerazione.

Una pagina della cronaca nera da portare in esempio per spiegare al meglio la figura professionale del criminologo o come spesso viene chiamato dalla polizia, Security Manager, è il caso di Simona Bimbi.

Il cadavere dell’educatrice di Forcoli è stato ritrovato dopo giorni di intense ricerche iniziate il 18 agosto, giorno della sua scomparsa.

A trovarlo in fondo ad un dirupo, ai piedi della sua auto, sono stati alcuni volontari impiegati nelle ricerche della donna. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Imprese & Professioni