Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:18 METEO:PONTEDERA18°32°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 21 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Italia-Galles: la giornalista Rai del Tg1 travolta dall'entusiasmo dei tifosi

Attualità giovedì 06 agosto 2015 ore 16:15

Grande successo per “Le Notti dell’Archeologia”

Il sindaco Ilaria Parrella: "Un grazie al Gruppo Archeologico del Valdarno Inferiore e all'Associazione Astronomica Isaac Newton". Formula vincente



SANTA MARIA A MONTE — Con la fine del mese di luglio si è concluso il ciclo di iniziative denominato “I Venerdì in Rocca”, ed è stato un epilogo di grande successo. 

Spiega il sindaco Ilaria Parrella: "Una grande quantità di persone ha infatti partecipato in maniera entusiasmante all’ultima serata, che aveva come protagoniste, intimamente collegate, l’archeologia e l’astronomia. Questo binomio, che ormai da qualche anno procede a braccetto, ha riscosso anche il 31 luglio passato un enorme successo, testimoniato dalla folta presenza di adulti e da un nutrito gruppo di bambini. Oltre alla felice formula proposta, la buona riuscita dell’iniziativa è dovuto senz’altro anche alla collaborazione con la Rete Museale del Valdarno Inferiore, che ha promosso il calendario de “Le Notti dell’Archeologia”, e con la Regione Toscana, ente che ormai da tempo patrocina le iniziative culturali relative all’archeologia".

La serata, completamente gratuita, è iniziata con la visita guidata del Museo Civico “Beata Diana Giuntini”, la cui collezione è stata recentemente ampliata con l’introduzione del cippo etrusco risalente al V-IV sec. a. C. e proveniente dall’antica pieve di Sant’Ippolito in Anniano. 

"Uscendo poi all’esterno del Museo - aggiunge il sindaco - l’Associazione Gruppo Archeologico del Valdarno Inferiore con Roggero Manfredini ha portato per mano il visitatore alla scoperta delle tracce murarie visibili nel Parco Archeologico, in un percorso a ritroso nel tempo fino a 2600 anni fa, dalle testimonianze delle buche di palo delle capanne preromane fino a ciò che è rimasto della fortificazione medievale fiorentina".

L’iniziativa è poi proseguita sulla suggestiva terrazza panoramica del Parco Archeologico “La Rocca”, dove, sapientemente guidati dall’Associazione Astronomica “Isaac Newton” con la preziosa guida di Mauro Bachini, genitori e figli, come dei piccoli Galileo, erano “con il naso all’insù” a scrutare costellazioni e pianeti con l’ausilio di potenti telescopi. Oltre alla Luna, quasi completamente visibile nella sua intierezza, e illuminati dalla sua tenue luce riflessa, i partecipanti hanno potuto osservare Saturno, contraddistinto di famosi anelli e due fra le stelle più luminose del cielo, come Vega ed Antares. 

"L’apice è stato però toccato quando, del tutto inaspettatamente, è stato possibile vedere la scia luminosa della stazione spaziale internazionale ISS, a bordo della quale fino a poco tempo fa era presente l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti - riprende il sindaco Parrella - . A nome di tutta l'Amministrazione voglio rivolgere un sentito ringraziamento alle associazioni Gruppo Archeologico del Valdarno Inferiore e dell'Associazione Astronomica Isaac Newton per l'indispensabile collaborazione data per la riuscita dell'iniziativa".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tre i Comuni attorno a Pontedera in cui, nelle ultime 24 ore, la Ausl Toscana nord ovest ha accertato nuove positività al virus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Francesca Viscariello

Venerdì 18 Giugno 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS