comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:PONTEDERA10°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 03 dicembre 2020
corriere tv
Vaccino anti-covid, Ippolito: «Chi è stato positivo non dovrà farlo»

Attualità giovedì 19 novembre 2020 ore 08:15

"Chi può doni il plasma iperimmune"

L’appello del sindaco Giovanni Capecchi a chi ha superato il virus: "Serve la solidarietà di tutti: chi è guarito può dare una mano ai pazienti"



MONTOPOLI IN VAL D'ARNO — In questa nuova fase emergenziale, anche il sindaco di Montopoli si unisce all’appello per sensibilizzare e promuovere la donazione di plasma iperimmune a favore dei pazienti che hanno contratto il Covid-19

"Donare è un gesto che può fare la differenza per molti – ricorda Capecchi – chi ha già superato la malattia può contribuire in maniera decisiva a rendere più semplice la vita di chi, oggi, ha a che fare con il coronavirus".

Il plasma iperimmune è una delle terapie proposte nell’ambito della pandemia da Covid-19 ed elemento centrale del progetto nazionale denominato “Tsunami”, del quale la Regione Toscana è capofila. Come specificato anche dal Centro Regionale Sangue, il plasma di soggetti che hanno superato l’infezione può presentare un elevato livello di anticorpi specifici utili a neutralizzare il virus e a ridurre la carica virale attraverso l’immunizzazione passiva. Per questo motivo, l’utilizzo precoce del plasma iperimmune è considerato come una terapia a basso rischio in grado di migliorare la vita dei pazienti affetti da Covid-19 e di ridurne la degenza.

"La donazione del plasma può durare dai quaranta ai cinquanta minuti – spiega il primo cittadino – un impegno di poco conto per chi dona, ma che può fare la differenza per chi riceve il plasma iperimmune". 

Dunque, per chi ha già contratto il Covid-19 e sia risultato poi negativo al tampone di controllo, c’è la possibilità di poter aiutare chi sta attraversando la malattia in questi giorni. "Il periodo che stiamo vivendo sta mettendo a dura prova il personale sanitario, chi è in prima linea in questa fase dell’emergenza e, soprattutto, i pazienti – conclude Capecchi – la solidarietà dei guariti, però, può rendere la loro vita un po’ più semplice".

I soggetti che possono donare il plasma iperimmune con la consueta procedura della plasmaferesi sono soggetti sintomatici con tampone positivo che siano stati in isolamento per 10 giorni, di cui almeno 3 senza sintomi, con successivo tampone negativo; oppure, soggetti asintomatici con test sierologico positivo IgG e successivo tampone negativo. Inoltre, i soggetti che possono devono avere un’età compresa tra i 18 e i 60 anni, pesare almeno 50 kg e, per quanto riguarda le donne, queste possono donare solo se non hanno avuto gravidanze e/o interruzioni di gravidanza. Chiunque si trovi in una delle due condizioni, può contattare per informazioni il Centro Regionale Sangue (055/4385860, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17)

Sul territorio di Montopoli, è possibile contattare Avis Montopoli (348/5421295) e Fratres San Romano (348/5914937), oppure i centri trasfusionali di Fucecchio (0571/705324 – 705030 – 705360) e di Pontedera (0587/273275). Si ricorda, inoltre, che le associazioni e i centri trasfusionali rimangono sempre a disposizione anche per le donazioni “classiche” di sangue e plasma, che sono effettuate in piena sicurezza e per le quali è richiesta la prenotazione.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità