comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°30° 
Domani 19°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 02 luglio 2020
corriere tv
Elezioni regionali 2020: candidati, sfide e alleanze

Attualità sabato 16 maggio 2020 ore 10:58

"Distanziamento, decentramento, divertimento"

Un campo estivo del Movimento Shalom

Le 3 'D' sono il cuore della proposta del Movimento Shalom per campi estivi anche nel 2020 tra Cuoio e Valdera, rispettando le misure anti-coronavirus



SAN MINIATO — Il Movimento Shalom, causa emergenza sanitaria in atto, si vede costretto a rinunciare per quest'estate all'organizzazione di campi residenziali stabili nei Centri di Fivizzano, Collegalli e Streda, rivolti ai ragazzi delle scuole elementari e medie. Così come non sarà possibile realizzare il campo internazionale per i giovani, inizialmente programmato in Costa d’Avorio. Tutto rimandato al 2021 causa Covid-19.

"Ma Shalom non si ferma, non può fermarsi - così dalla onlus sanminiatese - e allora in attesa delle direttive del governo e delle Regione, che si è già dimostrata attenta a questo tema, stiamo pensando a una serie di proposte diurne da farsi sul territorio rivolte ai ragazzi delle scuole elementari e medie. Se le linee sono quelle che traspaiono dalle indiscrezioni saranno molto stringenti e dovremo attivare dei protocolli di sicurezza molto rigidi, come la formazione di piccoli gruppi con 1 educatore stabile (rapporto un educatore a 7 bambini per le scuole elementari e 1 a 10 per la fascia delle medie), entrate e uscite scaglionate con accoglienza e misurazione della temperatura ogni mattina, rispetto delle norme sulle protezioni individuali e igienizzazioni giornaliere delle eventuali attrezzature… insomma una serie di accorgimenti che pare dovranno superare anche l’approvazione da parte dei Comuni e delle Asl competenti".

"La nostra idea quindi, da concordare con le amministrazioni comunali disponibili - proseguono dal Movimento Shalom -, sarà quella di moltiplicare sul territorio vari centri estivi. Stiamo pensando naturalmente a San Miniato, San Miniato Basso, Fucecchio, S. Croce sull’Arno ma anche Cerreto Guidi, Ponsacco, Palaia… Una serie di proposte insomma che mirano a una diffusione capillare sul territorio".

“Non nascondiamo – dichiara Luca Gemignani direttore di Shalom - che le stringenti norme, la necessità di avere educatori formati e responsabili in numero cospicuo per poter assolvere alle disposizione di legge, andrà a scapito dell’economicità delle proposte. Per questo confidiamo che le amministrazioni comunali, che riceveranno appositi contributi per lo sviluppo di questo tipo di attività, sappiano dare la possibilità alle famiglie di poter scegliere quali centri estivi far fare ai loro figli e con quali enti, abbattendo i costi più possibile”.

La proposta educativa di Shalom per la prossima estate avrà come tema “Insieme per i diritti dei bambini” e vedrà una serie di attività da svolgersi prevalentemente in spazi aperti, secondo quanto previsto dalle prassi della educazione all'aria aperta: "un orientamento pedagogico - si specifica in proposito - che valorizza l’ esperienza basata sullo star fuori, facendo comprendere ai ragazzi che l’ambiente, la natura sono di per sé un elemento formativo, dove poter fare esperienze estremamente coinvolgenti".

"Se come sembra il lockdown sarà allentato e avremo questa possibilità  assicurano da Shalom -, già dalla prima settimana di giugno potremo cominciare le nostre attività. La voglia e l’entusiasmo non ci mancano, ma come tutti, siamo legati a decisioni politiche e sanitarie che non dipendono dalla nostra volontà…"

Il tutto all'insegna delle "3 D": distanziamento, decentramento, divertimento.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Attualità

Attualità