QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 17 gennaio 2019

Attualità venerdì 31 agosto 2018 ore 08:17

Festa al nuovo distretto sociosanitario

Autorità e numerosi cittadini hanno partecipato ieri all’inaugurazione del Presidio distrettuale della Asl in via San Michele, nell’area ex Macelli



SANTA MARIA A MONTE — Il nuovo Polo sanitario, inaugurato ieri, nasce da un accordo tra il Comune, l'Azienda Usl Toscana nord ovest e la Società della Salute della Valdera con l'obiettivo di ampliare e nello stesso tempo migliorare la qualità dei servizi territoriali per i cittadini del Comune di Santa Maria a Monte. Il nuovo distretto, conforme ai requisiti previsti dall'accreditamento istituzionale, è dotato di spazi più ampi e confortevoli, con arredi nuovi e funzionali alle diverse attività svolte e dispone nell’area circostante di diversi posti auto, di cui alcuni riservati ai disabili, in via San Michele.

Il presidente della Società della Salute della Valdera Simone Millozzi ha ribadito l’importanza di questa riqualificazione a tutto tondo e del nuovo presidio come nodo della rete della Valdera anche in integrazione con l’ospedale di Pontedera.

La sindaca Ilaria Parrella dopo i ringraziamenti a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione della nuova struttura, ha messo in evidenza come l’opera sia stata completata in soli 3 anni dal momento dell’approvazione del progetto e rispettando l’allora previsione di spesa di 900mila euro. La ristrutturazione dell’edificio si inserisce in un percorso di riqualificazione dell’intero centro storico ed è un esempio riuscito di collaborazione tra enti pubblici ed il privato (Azienda Usl Toscana Nord Ovest, Comune di Santa Maria a Monte e Farmavaldera).

La direttrice dell’Azienda USL Toscana nord ovest Maria Teresa De Lauretis ha ringraziato la direttrice della Società della Salute Patrizia Salvadori ed il responsabile dell’ufficio tecnico Massimo Bascherini, che hanno seguito per l’Azienda l’esecuzione dell’opera. 

La dottoressa De Lauretis ha messo in risalto il suo legame con la Valdera ed il fatto che questi punti di assistenza territoriale saranno sempre più importanti per la medicina del futuro. Adesso, infatti, sono sempre di più le patologie curabili ma croniche ed è quindi necessario sviluppare ulteriormente la sanità d’iniziativa attraverso la presa in carico da parte dei presidi territoriali.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Politica

Spettacoli

Politica