comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 19°31° 
Domani 20°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 10 luglio 2020
corriere tv
Venezia, il test del Mose visto dall'elicottero della polizia

Attualità lunedì 22 febbraio 2016 ore 13:00

Il depuratore di S.Maria a Monte verso la chiusura

Via Usciana

Entro la fine del 2016 le fognature del borgo saranno collegate all'impianto industriale Aquarno a Santa Croce. Intervento da 2,7 milioni di euro



SANTA MARIA A MONTE — Prima della fine di quest'anni il piccolo e obsoleto depuratore di Santa Maria a Monte verrà dismetto e tutte le fognature del borgo confluiranno verso il più grande impianto industriale Aquarno di Santa Croce.

A questo infatti porteranno i lavori previsti nel cosiddetto "accordo del Cuoio" che sono ben visibili da chi in questi giorni percorre la Variante Francesca nei comuni di Santa Maria a Monte e Castelfranco di Sotto, con le lunghe file di grossi tubi, gli scavi e i cantieri.

Con il nuovo collegamento, i reflui di circa 10mila cittadini del capoluogo, di Ponticelli e della sua zona industriale saranno convogliati verso l'impianto santacrocese. L'allacciamento permetterà inoltre di intercettare e depurare tutti gli scarichi fognari misti attualmente non trattati, con indubbi benefici sull'ambiente.

La fognatura, realizzata in materiali diversi (ghisa, pvc, vetroresina), avrà complessivamente una lunghezza di oltre 6 chilometri e richiederà la costruzione di quattro stazioni di sollevamento. Si tratta di un intervento per circa 2,7 milioni di euro.

"In questo caso - ha commentato il presidente di Acque Spa Giuseppe Sardu - la sinergia tra il pubblico e il privato presenta indubbi vantaggi e consente di mettere in campo interventi realmente efficaci per la difesa dell'ambiente: il gestore del servizio idrico usufruisce della presenza sul territorio di un depuratore tecnologicamente avanzato ed evita di tenere in vita e ampliare un impianto inadeguato; Aquarno vede un aumento dei reflui biologici in ingresso con un impatto positivo sul rendimento depurativo e l'ambiente registra effetti benèfici sulla qualità delle acque superficiali".

La conclusione dei lavori di posa della nuova tubazione sono previsti entro questa primavera mentre l'entrata in funzione della intera infrastruttura è prevista entro la fine del 2016.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cultura

Attualità

Cronaca