Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:30 METEO:PONTEDERA16°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 29 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Giornalista nella furia dell'uragano Ian: si aggrappa a un cartello per non volare via

Attualità lunedì 06 aprile 2015 ore 15:00

"Difendiamo la preside, questo stato non è laico"

I Cobas pubblico impiego criticano Zappolini: "Paladino della benedizione, difeso dal Pd e dalle destre. La preside ha fatto bene"



CASCIANA TERME LARI — Solidarizziamo con la dirigente della scuola di Perignano e non con un prete che ha il sostegno delle destre e del Pd”. Il sindacato dei Cobas (pubblico impiego) appoggia la decisione della dirigente scolastica di negare la benedizione nelle aule: “La presenza dei crocifissi non ha niente a che vedere con la tradizione, piuttosto è la fine della laicità dello Stato come detto da una sentenza della Corte di Cassazione, uno stato che laico non è più da decenni”. Infatti secondo i Cobas:”Basterebbe vedere i lauti finanziamenti accordati dal Governo Renzi agli istituti privati quando nella nostra provincia le scuole pubbliche cadono a pezzi, quando non ci sono fondi per dotarle di laboratori attrezzati e palestre”.

La critica del sindacato è verso il prete e verso chi lo ha difeso: “Un prete con il sostegno del Pd e delle destre diventa il paladino della benedizione delle scuole dimenticando che sul territorio ci sarebbero da fare ben altre cose a sostegno di famiglie che non arrivano più a fine mese, di aziende chiuse per la prepotenza padronale ma non prima di avere beneficiato di ammortizzatori sociali e aiuti dalle istituzioni locali”.

Insieme al sostegno per la dirigente della scuola di Perignano i Cobas lanciano un'accusa politica alla chiesa: “Noi solidarizziamo con la preside di Perignano, questo gran polverone è stato costruito ad arte per deviare l'attenzione dai problemi sociali, economici di un territorio in crisi, con strade dissestate e una crescente miseria, queste sono le priorità . Quanto poi alla scarsa memoria storica non abbiamo dubbi: la chiesa italiana ha benedetto le camicie nere fino al 1943”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono due bambini di 10 anni gli aggressori che hanno schiaffeggiato e minacciato due coetanei. Allertato il Tribunale dei minorenni di Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Spettacoli

Cronaca