Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:PONTEDERA18°27°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 19 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità martedì 07 giugno 2022 ore 20:00

È morto Loredano Bigazzi ex sindaco di Peccioli

Loredano Bigazzi
Loredano Bigazzi
Foto di: Pagina FB Comune di Peccioli

Esponente del Partito Socialista, ha guidato l'amministrazione dal 1980 al 1985. Profondo cordoglio della comunità pecciolese. Il ricordo di Macelloni



PECCIOLI — Questo il post Facebook pubblicato sulla pagina del Comune di Peccioli

La notizia dell'improvvisa scomparsa di Loredano Bigazzi colpisce non solo la sua famiglia, alla quale va tutto il cordoglio dell'amministrazione comunale, ma tutta la nostra comunità. Loredano Bigazzi era nato a Pisa ed esattamente un mese fa aveva compiuto 81 anni. Il nome ufficiale Loredano gli fu scelto da un frate al momento del Battesimo, ma per la famiglia e per tutti i pecciolesi divenne presto Pierluigi. Bigazzi, già iscritto alla CGIL, fin da giovane prende passione alla politica e frequenta la sezione del Partito Socialista a Peccioli. Inizia a lavorare come falegname nel mobilificio Crecchi, poi nel 1973 entra a lavorare alla Piaggio. La carriera politica è piena di soddisfazioni: nel 1978/79 Bigazzi viene eletto delegato al congresso nazionale del Partito Socialista, a Torino, e da lì candidato al Parlamento. A quelle elezioni è eletto Silvano Labriola, già membro della Segreteria Nazionale del Partito Socialista, mentre Bigazzi arriva quarto, con quasi duemilacinquecento preferenze.Su quella strada arriva presto anche la candidatura a sindaco di Peccioli. In realtà, all'epoca, non c’era l’elezione diretta del primo cittadino. La trattativa tra partiti va per le lunghe e Bigazzi diventa Sindaco di Peccioli nel settembre 1980, mentre le elezioni ci furono di maggio. Resta poi in carica fino al maggio del 1985, per un intero mandato. In continuità con l’operato di Luigi Arzilli, e come rottura con le giunte di centrosinistra, partecipate dal Partito della Democrazia Cristiana, la giunta che si forma è di sinistra, composta da esponenti del PSI e PCI: Mario Dell’Agnello, Sergio Cionini (assessore ai lavori pubblici); Ivan Bulleri (vicesindaco) e Renzo Macelloni (assessore alla cultura). In consiglio comunale ci sono tre rappresentanti del Partito Socialista e cinque del Partito Comunista.«Sono particolarmente dispiaciuto per questa perdita, con Loredano Bigazzi c'era un rapporto diretto fin da quando eravamo ragazzi – racconta il sindaco Renzo Macelloni -. Per diversi anni abbiamo lavorato insieme come falegnami al mobilificio Crecchi. Per me era già allora un punto di riferimento e simbolo di esperienza. Amava leggere e sapeva sostenere anche per questo ogni tipo di discussione, una delle cose per le quali ho sempre avuto un ottimo rapporto con lui. Dal 1980 al 1985 sono stato suo assessore, le prime esperienze politiche le ho fatte nella sua giunta. E il primo “incarico” che mi affidò fu proprio quello di far aprire e far funzionare il nido, inaugurato nel novembre del 1981. Per la comunità è una grave perdita e per questo siamo vicini al dolore della moglie Carla, dei figli Luca e Lara, di tutta la sua famiglia e dei tanti amici che aveva in paese».Tra gli interventi che lo stesso Bigazzi, in un'intervista di un paio di anni fa, ci teneva a ricordare ci sono: la realizzazione della strada della Fila, il cui progetto era iniziato durante l’amministrazione Arzilli ed era stato completato in continuità con essa nel 1983; la localizzazione della zona industriale che fu disegnata dall’architetto Lanfranco Benvenuti, uno dei migliori architetti italiani e un piano di fabbricazione, sempre opera dello stesso architetto; l’asfaltatura della via dei Capuccini, che era ancora sterrata; la “coraggiosa e dispendiosa” apertura di un asilo nido all’avanguardia (1981), una struttura con una gestione rivolta al futuro, che tuttavia attirò numerose critiche sindacali. Appartiene al periodo Bigazzi anche l’inaugurazione del parco pubblico Gaslini e una gita a Roma, insieme alle scolaresche, per far visita all’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini (accompagnati dal vicesindaco Ivan Bulleri). Pierluigi ricorda inoltre la realizzazione della pista olimpica di atletica leggera intorno al campo sportivo, che era il completamento degli impianti sportivi. I funerali di Loredano Bigazzi si terranno domani, mercoledì 8 giugno, alle 16 alla Chiesa della Madonna del Carmine di Peccioli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un tratto della statale vietato al transito in entrambe le direzioni per caduta di alberi e rami sulla carreggiata. Il sindaco annuncia la riapertura
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Cronaca

Attualità