Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:13 METEO:PONTEDERA21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Cronaca martedì 09 aprile 2013 ore 19:40

Faticanti (Fiom): "Colaninno in Piaggio come Marchionne in Fiat"



Per il responsabile nazionale di Fiom delle due ruote la proposta di Piaggio è inaccettabile: "Bisogna salvare lo stabilimento"

PONTEDERA - “Questa non è un'apertura. Non siamo soddisfatti della proposta dell'azienda e la riteniamo inaccettabile, la Piaggio ci prende in giro”. La posizione di Mauro Faticanti, responsabile nazionale per la Fiom del settore due ruote, è dura e guarda dritto al problema. Faticanti non ha mezzi termini e dice: “In pratica i vertici aziendali di Pontedera hanno detto: non vi leviamo i soldi già versati, ma non vi paghiamo quello che manca al conguaglio del premio di produzione. Ma questa è un presa in giro, la Piaggio deve finire di pagare il premio di produzione, visto che l'azienda gli utili nel 2012 li ha fatti, per questo noi domattina (mercoledì) sciopereremo”. Faticanti poi lancia il suo affondo più pesante e dice: “Mi sembra chiaro la Piaggio vuole adottare il modello Marchionne, quello che abbiamo visto attuare in Fiat. Posso dire di più, posso aggiungere che Colaninno in Piaggio si sta comportando come Marchionne in Fiat. Noi non ci facciamo prendere in giro. L'azienda deve pagare tutto il premio di produzione fino all'ultimo euro”. Poi continua e spiega: “Qui non è in discussione solo la questione del premio di produzione, qui è in ballo il futuro della Piaggio a Pontedera. Lo sappiamo bene che l'azienda per il 2015 vuole portare via le 3-4 ruote, lasciando a Pontedera solo la Vespa, ma per farla bastano pochi operai e del resto cosa ne sarà? Qui il rischio – continua Faticanti - è che lo stabilimento scivoli via. Lo sciopero di domattina (mercoledì) sarà solo l'inizio di una lunga serie di rivendicazioni e di manifestazioni. Quello che ci attende è una primavera di lotte sindacali, se le cose non cambieranno. La battaglia non è solo per il premio di produzione, qui bisogna capire che lo stabilimento Piaggio sta scivolando via e se vogliamo difenderlo bisogna lottare”.
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le positività rilevate tra ieri e oggi sono distribuite tra 12 comuni della provincia. Ricoveri stabili negli ospedali pisani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Don Andrea Pio Cristiani

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Carmela Pulvirenti Ved. Valenti

Venerdì 15 Ottobre 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Spettacoli

Lavoro