comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:PONTEDERA10°14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 05 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, neve in Liguria: in azione le squadre di soccorso della Protezione civile

Politica giovedì 22 ottobre 2020 ore 12:30

Nardini assessora regionale, ecco le deleghe

Eugenio Giani e Alessandra Nardini

Ufficializzate le deleghe della giunta Giani, che già aveva scelto fra gli assessori la capannolese del Pd eletta per il secondo mandato in Regione



FIRENZE — Ad Alessandra Nardini, scelta dal nuovo governatore Eugenio Giani per la squadra di giunta della Toscana, verranno affidate le deleghe a istruzione, università, ricerca, politiche di genere e formazione. E' quanto reso noto stamani dallo stesso Giani, che ha radunato i suoi assessori per una 'foto di battesimo' alla villa di Careggi.

Questi gli altri assessori della Regione Toscana con le rispettive deleghe: Simone Bezzini (Pd) sanità; Monia Monni (Pd) ambiente, economia circolare, e Protezione civile; Stefano Ciuoffo (Pd) semplificazione, informatica, sicurezza, e immigrazione; Serena Spinelli (Sinistra civica ecologista) sociale, edilizia residenziale pubblica e cooperazione internazionale; Stefano Baccelli (Pd) infrastrutture, trasporti e governo del territorio; Leonardo Marras (Pd) attività produttive, economia, credito, turismo, e lavoro; Stefania Saccardi (Iv), vicepresidente della Giunta, agroalimentare, caccia, pesca, e aree interne.

Giani ha tenuto per sé le deleghe per bilancio, personale, cultura, informazione, politiche per il mare, terme e sport.

Più nello specifico, Nardini curerà i rapporti con Università e centri di ricerca, la promozione e la ricerca scientifica, le politiche per l’alta formazione e per il Diritto allo Studio Universitario, l’innovazione e il trasferimento tecnologico, l’istruzione, la formazione professionale, i centri per l’impiego, le crisi aziendali, le attività internazionali, la cultura della memoria, le iniziative contro la pena di morte e la promozione diritti umani, la tutela dei consumatori e degli utenti, l’attuazione della LR 63 del 2004 (contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere), le pari opportunità e le azioni positive, il progetto Ati, un piano specifico per le donne.

"Un onore e una ragione di grande gioia e soddisfazione, un incarico da svolgere a servizio di tutte le toscane e di tutti i toscani, nessuna e nessuno escluso - aveva commentato Nardini, appena scelta per un assessorato -. Più che come un successo personale, vivo questo risultato come un'opportunità collettiva, di cui voglio ringraziare le oltre 15.500 elettrici ed elettori della provincia di Pisa, il mio territorio, che lo hanno reso possibile. Tra i nomi che il Presidente Giani ha indicato ci sono donne e uomini dei quali ho apprezzato in questi anni passione e competenza. Una bella squadra, insomma!"

Con la nomina ad assessora di Alessandra Nardini, eletta per il secondo mandato con il Partito democratico al consiglio regionale, si libera un posto, che verrà occupato da Andrea Pieroni, primo dei non eletti del Pd nella circoscrizione pisana. Mentre l'altro pisano del Pd eletto Antonio Mazzeo, è stato nominato dal Presidente del consiglio regionale della Toscana 




Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Spettacoli

Attualità

Attualità