QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°16° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 22 ottobre 2019

Attualità martedì 16 giugno 2015 ore 19:15

I dubbi di Giusti sull'Imu agricola palaiese

Nico Giusti

Secondo il Consigliere comunale i cittadini che hanno pagato la tassa hanno diritto ad un rimborso: "L'aliquota corretta era 0,76 e non 0,90"



PALAIA — I contribuenti palaiesi hanno diritto ad un rimborso dell'Imu sui terreni agricoli, pagata lo scorso 28 febbraio. L'aliquota è sbagliata, doveva essere 0,76 per cento e invece la Giunta ha chiesto lo 0,90 per cento”.

Nico Giusti, Consigliere comunale della lista Cambiare in Comune ritiene ci sia un errore nella richiesta economica della tassa sull'Imu agricolo: “E' stata riscontrata dal gruppo consiliare “Cambiare in Comune” un’azione amministrativo-tributaria irregolare da parte dell’Amministrazione comunale nell’applicazione dell’aliquota relativa a tale nuovo tributo.

Considerato che per la determinazione dell’aliquota dovuta dai contribuenti per i terreni agricoli occorre far riferimento a quanto stabilito dalla Legge di stabilità 2015, la quale dispone che l’aliquota base di riferimento nazionale, pari allo 0,76 per cento, è quella alla quale ogni Comune che non ne abbia deliberata una diversa, come nel caso di Palaia, è obbligato a far riferimento, l’aliquota dello 0,9 per cento così come applicata dal sindaco Gherardini risulta quindi palesemente illegittima, poiché non esiste alcuna delibera di Consiglio Comunale che ricomprenda espressamente i terreni agricoli all’interno del campo di applicazione dell’aliquota così stabilita;

Non può inoltre ritenersi plausibile, nè sotto il profilo logico nè sotto quello giuridico, la risposta scritta fornita dall’Amministrazione comunale all’interrogazione presentata da “Cambiare in Comune” in merito all’imposizione di una aliquota maggiorata senza uno stralcio di delibera.

Alla luce di queste considerazioni l’aliquota Imu sui terreni agricoli nella misura dello 0,9 per cento, imposta senza delibera alcuna dal sindaco e dalla Giunta del Comune di Palaia è illegittima e di conseguenza la differenza fra l’aliquota di legge e quella applicata, costituisce arricchimento ingiustificato per indebito oggettivo da parte del Comune, dato che l’aliquota corretta ammonta allo 0,76 per cento, così come disposto dal decreto legislativo 201/2011”.

Secondo Giusti i cittadini che hanno pagato regolarmente hanno diritto ad un rimborso: “Ai contribuenti del Comune di Palaia che al 28 febbraio 2015 hanno provveduto al pagamento dell’Imu sui terreni agricoli, relativo all’anno d’imposta 2014, spetta il rimborso della parte versata in eccedenza. Non solo, agli stessi contribuenti che il 16 Giugno 2015 andranno a pagare la prima rata dello stesso tributo per l’anno d’imposta 2015 spetterà analogamente il rimborso della parte versata in eccedenza”.



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

Cronaca