QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 21 novembre 2019

Politica venerdì 19 settembre 2014 ore 18:48

Rossi "pungola" il Pd e Colaninno

Simone Millozzi, Enrico Rossi, Claudio Vanni

Il presidente della Regione presenta "Viaggio in Toscana" a Pontedera e non risparmia critiche al Pd nazionale e al presidente della Piaggio



PONTEDERA — Enrico Rossi arriva al centro commerciale Coop di Pontedera per presentare il suo libro Viaggio in Toscana in occasione di un incontro condotto da Claudio Vanni, responsabile relazioni esterne Unicoop Firenze. Il presidente della Regione fino a quindici anni fa, era sindaco della città della Vespa e come ha ricordato lui stesso fu una dura battaglia quella che affrontò per far rimanere l'azienda in Valdera. E Rossi lancia subito una stoccata proprio alla Piaggio e al suo presidente Roberto Colaninno, citando il caso della ristrutturazione della Bmw in Germania: “A Stoccarda l'azienda partendo dagli amministratori delegati fino ad arrivare agli operai si è ridotta gli stipendi e ha aumentato gli investimenti. In due anni hanno risanato le finanze. Mi chiedo e chiedo al Pd perché non domandiamo ai vari Marchionne e Colaninno di fare lo stesso?”.

Poi Rossi ha parlato del suo libro e ironizza sul fatto che ha dedicato poco spazio a Pontedera e alla Valdera e dice: “In queste ventisei tappe sulla Punto a metano non ho scritto molto sulla Valdera. Il motivo è semplice, un capitolo non sarebbe bastato, prometto che scriverò un libro sulla Valdera”.

Quindi Rossi è ritornato sulla riduzione dei costi, che non si deve limitare alle aziende: “Due anni fa mi sono imposto per togliere il vitalizio in Regione. E' stata una dura battaglia, ma oggi rilancio e avverto i "naviganti": dobbiamo ridurre ancora le spese. Dentro lo Stato ci sono tante persone che guadagnano più di centomila euro, abbassiamo gli stipendi e diamoli agli insegnanti precari”.

Si parla tanto di articolo 18 e anche Rossi interrogato sulla questione non si è tirato indietro: “Il primo obiettivo per la sinistra deve essere il lavoro. Non dobbiamo difenderci, dobbiamo anche attaccare. Non possiamo chiuderci in un angolo per difendere l'articolo 18. Dobbiamo pensare anche a fare nuove leggi a tutela dei lavoratori, dei giovani. Oggi ci sono sei milioni di disoccupati e la metà sono giovani. I giovani che invece lavorano al 70% hanno contratti precari con pochissime garanzie. Renzi faccia la riforma ma allargando le tutele”. Poi Rossi spezza una lancia a favore del capo del governo: “Renzi ha tassato le rendite e ha fatto bene. Un'idea potrebbe essere detassare gli imprenditori che rinvestono gli utili facendo impresa, creando lavoro”.

Il presidente della Regione si rivolge anche all'Europa: “Ci deve aiutare, come noi aiutammo finanziariamente la Germania ai tempi della riunificazione tra est e ovest”.

Il sindaco di Pontedera Simone Millozzi infine ha concluso dicendo: “Enrico è un pezzo di storia ha fatto bene da sindaco e sta facendo bene in Regione”. Rossi, dopo aver firmato i libri acquistati dai presenti, ha ricevuto il saluto di molti sindaci della Valdera presenti alla Coop tra cui Renzo Macelloni (Peccioli), Marco Gherardini (Palaia), Maria Antonietta Fais (Terricciola) e Mirko Terreni (Casciana Terme Lari), Lucia Ciampi (Calcinaia), Arianna Cecchini (Capannoli), Alessio Lari (Buti) e Francesco Nocchi (segretario provinciale Pd).



Tag

Quel giorno di 38 anni fa: la sfida tra la Ferrari di Villeneuve e un F 104

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Politica

Sport