Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:36 METEO:PONTEDERA14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 15 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Cronaca lunedì 22 aprile 2013 ore 14:40

In manette la banda che riforniva di droga la provincia di Pisa



i carabinieri dalla prima mattina hanno eseguito 16 ordinanze restrittive in carcere e agli arresti domiciliari

PROVINCIA DI PISA - La droga arrivava in Valdera, nel Comprensorio del Cuoio e a Pisa dalla Piana di Lucca. Il fulcro del sistema era un ristorante di Porcari, da li gli stupefacenti venivano smistati anche a Pistoia, Montecatini e Firenze. L'organizzazione composta da albanesi e italiani, gestiva un giro d'affari dal circa 150 mila euro al mese e immetteva sul mercato, cocaina, hashish, marijuana, praticamente un supermarket della droga. Il carabinieri di Lucca hanno smantellato l'organizzazione dopo oltre un anno di indagini e appostamenti a cominciare dall'osteria porcarese. Alla fine nella sola provincia di Pisa i militari hanno compiuto sei arresti sono finiti in manette cinque albanesi e un italiano che vive tra il Comprensorio del Cuoi e la Valdera. Per ricostruire il traffico delle sostanze stupefacenti, che entravano nel territorio pisani sono serviti di pedinamenti, controlli e intercettazioni, ma alla fine l'organizzazione è stata sgominata. Le persone coinvolte nel traffico di stupefacenti, che spostavano la droga dalla Piana di Lucca, posizione baricentrica per raggiungere i mercati di spaccio, verso i territori pisani, parlavano in codice con il gestore del locale un 34enne in passato già coinvolto in reati analoghi. Nelle intercettazioni dei carabinieri una della frasi ricorrenti era: “Ciao amore, mi servono un sacco di bacini”, per indicare la droga già tagliata in dosi, oppure: “Questa sera ci serve un tavolo con le bottiglie”. Durante gli arresti i militari hanno sequestrato vari chili di sostanze stupefacenti e strumenti di precisione per il taglio e molte persone sono state segnalate alle prefetture toscane come abituali consumatori di droga.
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati delle ultime ore tornano a salire sui nuovi contagi, ma ci sono state molte guarigioni. Calano i ricoveri al Lotti
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità