Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:23 METEO:PONTEDERA10°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 07 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il clamoroso gioco delle coppie per la corsa al Colle (e perché le coppie non sono quelle che sembrano)

Cronaca venerdì 03 ottobre 2014 ore 10:25

Irpef e Imu l'opinione di Progetto comune

Franco Cavallini
Franco Cavallini

Dopo l'ultimo consiglio comunale intervengono gli esponenti di minoranza Marianelli e Cavallini



PECCIOLI — La manovra di bilancio del comune di Peccioli che rimette in vigore anche nel comune dopo anni di assenza Irpef e Imu, come ha spiegato durante l'ultima seduta del consiglio comunale lo stesso sindaco Macelloni dando dettagliate motivazioni delle scelte intraprese (leggi qui), non piace all'opposizione in particolare agli esponenti Cavallini e Marianelli di Progetto comune.

“Peccioli – esordiscono gli esponenti della lista di minoranza - non è più il Comune che nella Valdera si differenzia per disponibilità economiche, per bassa tassazione, per assistenza domiciliare integrativa, per pingui contributi alle associazioni. Da ieri (mercoledì ndr) infatti si è sancito che Peccioli deve rinunciare al suo standard di servizi e tassazione. Perché? - chiedono gli esponenti di Progetto comune - Perché il sindaco Renzo Macelloni ha deciso così e lo ha fatto approvare al consiglio comunale con voto contrario delle minoranze (ogni consigliere è libero di votare come crede in regime democratico ndr).

Ha aumentato – dicono Marianelli e Cavallini - la tariffa Imu ed ha introdotto l’addizionale Irpef comunale, che andremo a pagare sui redditi 2014, giustificando la decisione come causata dai minori trasferimenti statali da sempre poco significativi a Peccioli rispetto ad altre entrate, (leggi proventi discarica) e dal patto di stabilità. Sappiamo tutti – dicono gli esponenti di Progetto comune - che la vera ragione è l’inadempienza di Belvedere Spa nel saldare gli arretrati dovuti al Comune”.

“Il sindaco – continuano da Progetto Comune - sta facendo smantellare il sistema di assistenza domiciliare e il centro diurno di Ghizzano, con grave danno agli utenti, alle famiglie degli utenti e ai lavoratori del settore. Questo – continuano Marianella Marianelli e Franco Cavallini - non tiene fede agli impegni presi con delibere di giunta a fine mandato dalla precedente amministrazione (giunta Crecchi), con cui (Macelloni ndr) si è dichiarato più volte in continuità e inoltre - aggiungono dalla lista di minoranza - ha annunciato alle associazioni ricreative e di volontariato una drastica riduzione dei contributi”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un evento sismico percepito da parte della popolazione residente in zona. L'epicentro, stando alle prime rilevazioni, nei pressi di Val di Cava
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Giulia Matteoli Ved. Arzilli

Domenica 05 Dicembre 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca