QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 19°25° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 21 luglio 2019

Politica lunedì 01 giugno 2015 ore 18:55

Regionali, Nardini: la felicità e l'agenda rossa

Parla la 27enne di Capannoli: "Risultato inaspettato, avevamo meno risorse e meno esperienza. Mi sono appuntata idee e critiche"



PISA — “Non ho ancora copiato in bella tutti gli appunti, le idee e le critiche di questi due mesi di campagna elettorale. E' tutto scritto su un'agenda rossa che ho portato sempre con me”. Non trattiene la felicità Alessandra Nardini, neo Consigliere regionale del Pd dopo la tornata elettorale di domenica 31 maggio.

La voce della 27enne della Valdera (vive a Santo Pietro, frazione di Capannoli) trasmette allegria: “Un risultato del tutto inaspettato – esordisce – siamo partiti con poche risorse economiche rispetto ad altri candidati, poche conoscenze, minor esperienza. Una sfida complicata sulla carta”.

Difficile in teoria ma le oltre 7mila preferenze ricevute l'hanno messa alle spalle del solo Mazzeo: “Due parole: entusiasmo e passione, forse sono servite a colmare tutti i gap con gli altri candidati, specialmente maschi. Abbiamo dormito pochissimo in questi due mesi, girando tutta la provincia, ascoltando tutti, la campagna elettorale è anche una campagna di ascolto. Io mi sono scritta tutto sulla mia agenda rossa, anche le critiche”.

La curiosità è sulle critiche, tipo? “La prima che mi viene in mente è quella di molte persone che dicevano che andavamo nei territori solo per chiedere la preferenze. Che dopo il 31 maggio non saremmo tornati. Non è vero, torneremo”. Alessandra Nardini parla al plurale: “Certo gli altri amici, i Giovani Democratici ci hanno messo la faccia insieme a me, sono stati importanti, fondamentali. Non ho ancora scelto una squadra che mi accompagnerà in Regione. In questa esperienza sono stati importanti Matteo Trapani, Mattia Belli, Francesco Papiani, Alessia Telese ma anche Francesca Brogi (sindaco di Ponsacco, ndr) e la sezione Pd di Capannoli. Non solo loro ci sono tante altre persone, tanti altri giovani, tanti amministratori, sindaci che ci hanno appoggiato cammin facendo. Siamo cresciuti molto in due mesi”.

Nardini ieri sera era al seggio a Santo Pietro, ma ha pensato di avercela fatta solo stamani: “Sono pessimista. Ho fatto quasi l'alba e i compagni Gd mi chiamavano già da stanotte, verso le 3, le 4 dicendo che era fatta. Ma io ho realizzato solo stamani, volevo essere sicura”.

Nardini rappresenterà l'Alta Valdera: “Penso sia la prima volta che abbiamo un Consigliere della Valdera in Regione. Ma abbiamo tenuto bene in ogni territorio, da Pisa al Cuoio fino alla Valdicecina. Ovvio che in Valdera siamo andati molto bene (circa 800 voti a Capannoli, ndr)”.

E adesso il futuro è vicino anche se per la giovane politica oltre al lavoro in Regione c'è altro da fare: “Come detto anche in campagna elettorale un mio grande obiettivo rimane quello di laurearmi anche in medicina. Il mio futuro non sarà solo politica”.  



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Cronaca

Attualità