QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°25° 
Domani 13°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 24 settembre 2018

Cronaca sabato 14 aprile 2018 ore 09:25

Il cimitero sta franando

Foto di: Marcella Bitozzi

Transenne e divieto di avvicinarsi a una sezione di loculi al cimitero di Casciana Alta. Frana in atto, valutazioni sul da farsi da parte del Comune



CASCIANA TERME LARI — Da qualche giorno una parte del cimitero di Casciana Alta, sede di circa 150 loculi, è stata transennata e delimitata con esplicito divieto di accedervi a chiunque, a garanzia, dice il divieto, della pubblica incolumità.

La parte transennata è individuata come A2 nel Piano regolatore ed è posta sul lato sinistro della zona inferiore del cimitero e prospiciente la vallata sottostante.

Il sindaco Mirko Terreni, con l'ordinanza 7 del 30 marzo 2018, ha disposto il divieto di accesso alla sezione dei loculi, in seguito a segnalazione del personale comunale addetto alla manutenzione ed al decoro, e successiva perizia tecnica redatta dall’ingegner Andrea Fedi dopo sopralluogo esperito con i tecnici comunali.

“E’ in corso una frana - ha confermato il primo cittadino - e dal confronto delle immagini fotografiche attuali con quelle del 2010-2014 durante la fase di progettazione e direzione lavori dell’intervento sulla della stecca dei loculi storica e della Chiesetta, è emerso che le lesioni erano già presenti, ma si sono fortemente accentuate diffondendosi su tutto l’edificio e portando a rottura elementi fragili".

"Stiamo procedendo su due binari - ha proseguito Terreni -:il primo per capire se la struttura è recuperabile attraverso un intervento di risanamento, e una seconda per valutare la demolizione e la ricostruzione, il tutto sempre tenendo presente la necessità di restituire quanto prima ai familiari dei defunti la facoltà di poter visitare i propri cari”.

Intanto la polemica sui social e non, divampa. C’è chi teme per una eventuale chiusura dei cimiteri minori, c’è chi parla di strumentalizzazioni e c’è chi fa appello per la massiccia partecipazione dei cittadini ai prossimi incontri per la riorganizzazione dei servizi cimiteriali, la seconda fase del processo partecipativo per discutere del tempio crematorio di Lavaiano o di altra località comunale e della esternalizzazione dei servizi cimiteriali di tutti i paesi.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni

Politica