QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13°24° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 16 giugno 2019

Politica martedì 01 aprile 2014 ore 13:05

Le proposte dei comitati del territorio per i candidati sindaco

Tre comitati di cittadini chiedono un confronto con i candidati sindaco di Palaia e Peccioli per le prossime elezioni e lanciano le loro proposte



PALAIA — Movimento Tutela Ambiente e Territorio Montefoscoli, Comitato Tutela Ambientale Alta Valdera Peccioli, Comitato Emergenze Ambientali Legoli tre comitati del territorio dell'Alta Valdera in vista delle elezioni amministrative che porteranno al rinnovo di vari consigli comunali e vari sindaci del territorio propongono un confronto con i candidati di Palaia e Peccioli su alcune tematiche ambientali e di tutela del territorio.

“La nostra è una terra bellissima – esordiscono gli esponenti dei tre movimenti - . E’ un concentrato di arte, natura, cultura, storia. Viviamo in piccoli paesi dove la qualità della vita è sicuramente migliore che altrove, perciò vogliamo valorizzare tali bellezze e porre attenzione alle scelte di programmazione territoriale. Non vogliamo stendere un programma elettorale ma come cittadini intendiamo confrontarci con le liste che si presenteranno alle prossime elezioni, sugli argomenti che più ci stanno a cuore. Abbiamo il dovere di sviluppare uno stile di vita basato sulla sostenibilità, sulle buone pratiche che evitino gli sprechi di risorse e materie, nel rispetto dell’ambiente, della salute e degli esseri viventi” . Per questo i tre i comitati propongono un confronto sul una decina di punti da inserire nei vari programmi elettorali. Al primo posto per i comitati del territorio vi è la valorizzazione e promozione dei borghi rurali e delle bellezze naturali, il sostegno alla creazione di parchi o aree protette come le zone tartufigene, turismo ecologico. “Vogliamo – dicono i comitati – la conservazione attenta e sostenibile dei fabbricati urbani, dei poderi e del paesaggio, con particolare attenzione a preservarne i caratteri storici e tipici della tradizione toscana. Attenzione a non snaturare le bellezze del nostro territorio con progetti altisonanti che dietro la facile etichetta del recupero, della ristrutturazione, dell’innovazione nascondono ampliamenti volumetrici smisurati, cemento, asfalto, parcellizzazioni, abbandono della vocazione rurale, assurde trasformazioni”. Poi vi è la questione dell'acqua i comitati infatti chiedono la difesa dell’acqua pubblica con completamento dell’installazione dei fontanelli. Sul tema dei rifiuti i membri dei tre movimenti del territorio puntano il dito verso la strategia rifiuti zero e dicono “Vorremmo l'adesione alla strategia Rifiuti Zero con l'Introduzione della raccolta porta a porta con tariffazione puntuale. Creazione di un piccolo centro di recupero, riuso, riutilizzo. Nessuna nuova discarica, nessun ampliamento di quelle esistenti, nessun inceneritore di qualsiasi tipo nei nostri comuni.” Ai candidati sindaci poi dicono: “Serve attenzione a tutti gli inquinamenti naturali e artificiali. Programmazione di interramento di cavi aerei esistenti favorendo la presenza esclusiva delle strutture interrate anche per la connessioni dati. Promozione, ad esempio attraverso incentivi volumetrici o semplificazioni autorizzative e garanzie su prestiti, della bioedilizia e del risparmio energetico”. Sul fronte della politiche associative e sociali poi propongono La concessione, in comodato gratuito per uso sociale, di fabbricati e terreni di proprietà pubblica in stato di abbandono, in cambio di ristrutturazione ed utilizzo agricolo”. Poi dai tre comitati arriva anche la proposta di destinare alcuni fabbricati alla funzione di ostello per l’incentivazione del turismo giovanile ciclovie, programmi culturali, di scambio con la partecipazione anche delle scuole superiori della zona e come punto di aggregazione per i giovani del territorio. Altro punto per lo sviluppo del turismo che i comitati Movimento Tutela Ambiente e Territorio Montefoscoli, Comitato Tutela Ambientale Alta Valdera Peccioli, Comitato Emergenze Ambientali Legoli mettono all'attenzione dei candidati alla poltrona di sindaco di Peccioli e Palaia è la creazione dell’ufficio turistico con la strutturazione di percorsi culturali, archeologici, museali, botanici, gastronomici nel territorio del Comune e zone limitrofe con l’intento di offrire direttamente ai turisti anche servizi di accoglienza, ricettività e svago. E la promozione dei prodotti tipici locali quali olio, vino, tartufi. Creazione di un mercato permanente di prodotti a chilometri zero un luogo ideale potrebbe essere la Tabaccaia di Montefoscoli. Incentivazione, tramite contributi, di agricoltura biologica, biodinamica e di qualità. Poi sempre sulle questioni ambientali dalle tre associazioni arriva una presa di posizione sulla questione della Cave e dicono: “ noi proponiamo il definitivo rifiuto nel nostro territorio di coltivazioni di cave, preservazione delle zone ancora intatte dal punto di vista agricolo e naturalistico. Disincentivazione, tramite maggiori controlli, dello spargimento dei fanghi di qualsiasi tipo”. E ultimo punto ma non per importanza propongono un percorso di democrazia più partecipativa per il futuro attraverso l'effettivo coinvolgimento della popolazione nelle scelte e decisioni significative riguardanti la vita pubblica su temi come fusioni, gestione patrimonio immobiliare, gestione ciclo rifiuti, impiego risorse pubbliche, strutture di grande impatto ambientale quali discariche, pale eoliche, pannelli solari a terra, altra impiantistica. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Politica